Varie

I lati oscuri del macaron...

28/03/10 15:56

Ok...non ho seguito alcun corso di cucina in vita mia...tantomeno sono una provetta pasticcera..ma dopo essermi cimentata ben tre volte nell'arco di 24 ore nella preparazione dell'epico dolcetto francese, credo di poter affermare di essere fiera delle varie evoluzioni del caso...la mia ricetta, o per lo meno le dosi a cui mi sono affidata sono estrapolate dalla ricetta del pasticcere Paco Torreblanca "el mejor pastelero de Espana" e di certo a differenza sua il mio "macarronage" non è certo un'arte perfetta.....diciamo che ogni cosa, dalla scelta degli ingredienti al lavoro per metterli insieme, è da affrontarsi con estrema delicatezza..e chiaramente non ci si deve aspettare che tutto riesca al primo tentativo, specie se non si hanno le basi in questo settore.
 La  prima sperimentazione del dolcetto?? Disastrosa. Ma certamente un'inizio.
Nel secondo tentativo infatti oltre ad assistere alla crescita esponenziale del muscoletto da "macarronage" ho scorto dalla lucina del forno e con un sorrisino (lo ammetto) di sudata soddisfazione un'amabile crosticina ..che loro lì in Francia chiamano "croutage".. e che nel mio primo tentativo era completamente assente..
Un'incentivo a fare meglio, ma in tutto questo ancora una cosa che non mi torna c'è. Cosa? la consistenza dell'impasto alla fine della fiera.
Ho seguito diverse ricette, alcune che rispettano la formula del TPT ovvero "tant pour tant" che richiede l'uso della stessa quantità in grammi sia di farina di mandorle che di zucchero a velo, e altre che invece non seguono affatto questa attitudine ma purtroppo il risultato è sempre quello..LIQUIDO, LIQUIDO, LIQUIDO !!! 
L'ultimo risultato che traspare chiaramente dalle mie foto è decisamente meglio di quello fatto in precedenza, per non parlare del sapore...assai simile all'Amaretto della mia cara terra natìa...ma qualcosa non mi continua a quadrare...il mio impasto risulta ancora troppo liquido tant'è che una volta fatta la formina col sàc a poche ecco che questo mi si spaparanza tutto sulla carta forno ...e ufffff!! certo è che non capendoci moltissimo ho provato a fare tutte le mie supposizioni provando anche ad applicarle, ho provato tutte le combinazioni di dosaggio ma nulla............per ora!!!.. la prossima settimana ci riproverò.


Può piacervi anche

2 commenti

  1. leggendo il lato oscuro dei macaron.....non mi sento piu' sola.
    Grazie.
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. @Ale: per il senso del pudore non misi le foto, erano un disastro...

    RispondiElimina