Fonduta svizzera di formaggio

Fondue Suisse au fromage

16/12/10 12:58


Stelline, stelline e ancora stelline! Sarà che è Natale...ma stavolta affondano nella morbidissima scioglievolezza calda del formaggio in parte Gruyére, secco, e in parte Vacherin, grasso, per essere precisi 50 e 50 quantitativo ottimale che agevola la formazione di quella amalgama che rende la fonduta svizzera al formaggio unica in tutto il mondo.
Ok, ok...non possiedo un "caquelon" che poi è la tipica pentolona in ghisa, terracotta o porcellana, utilizzata per la cottura della fonduta ma vi posso assicurare che il sapore che ha (anche se cotto in un semplice tegame di acciaio) è davvero insuperabile.
A completare il trionfo per le vostre papille gustative sarà invece il pane, semplice tagliato in fette e magari vecchio, oppure abbrustolito o leggermente lasciato indorare nell'olio, insomma, considerando che qui la temperatura non supera i 3 gradi, direi che per oggi è il piatto ufficiale, in attesa della fondue bourgignonne....

Ingredienti e dosi per 6 persone

500 g di formaggio gruyére
500 g di formaggio vacherin friburghese (o ad ogni modo del buon formaggio di latte vaccino a pasta molle)
400 ml di vino bianco secco molto leggero
50 ml di kirsh
3 cucchiai di maizena
1 spicchio d'aglio
pepe nero macinato
...pane a volontà...

Premetto che per poter assaporare la fondue sempre alla stessa temperatura è necessario avere il classico fornelletto ad alcool .

Private i formaggi della crosta esterna e tagliateli a dadini piccolissimi (più piccoli sono meno tempo impiegheranno a sciogliersi).
Preparate già il pane a fette o a cubetti, come preferite, e mettetelo da parte.
A parte mescolate kirsch e maizena che andranno versati insieme al composto di formaggi.
Preparate il vino fresco, ricordando che è altamente sconsigliato (per via di possibili congestioni) bere acqua assieme alla fonduta.
Eventualmente se non bevete alcolici, potreste sempre sostituire il vino con del tè caldo.
L'aglio andrà semplicemente strofinato sui lati del contenitore dove andrete a cuocere la fonduta (meglio se in terracotta o ghisa).
Versate il formaggio gruyére , versate il vino, mescolate a fiamma dolce (magari utilizzando uno spargifiamma)e portate a ebollizione.
Aggiungete a questo punto il kirsch mescolato con la maizena sempre mescolando, e tenendo la fiamma al minimo aggiungete anche il formaggio vacherin.
Mescolate sino a che il tutto non si sarà completamente sciolto.
Spolverate un'abbondante macinata di pepe nero, accendete il fornelletto sul quale disporrete la casseruola e regolatelo ad una temperatura media.
Mescolate comunque di tanto in tanto..




Può piacervi anche

17 commenti

  1. che bella questa fonduta!:O
    Strepitosa:) e le foto sono magnifiche come sempre^^
    Bravissima e in questa giornata freddissima ci sta una meraviglia!
    baciotto

    RispondiElimina
  2. Ma quanto è bella l'idea della bacchetta magica?! Bravissima Claudietta..Della fonduta non dico niente perchè si sa, io vivrei di formaggio :)

    RispondiElimina
  3. wow...che deliziaaaaaaaaa!! troppo buona questa fonduta, mi vien fame solo a guardare...

    RispondiElimina
  4. la tua classe innata nel presentare le tue ricette si avvicina molto ad un mio mito Csaba della Zorza...complementi le tue ricette sono sempre molto cool..marina

    RispondiElimina
  5. @Bassottina: Accidenti, che bel complimento!grazie, credo che il mio gusto estetico sia il frutto del mio studio che ha come disciplina fondamentale l'arte...non saprei vivere senza!

    RispondiElimina
  6. Per la fonduta non ci sono parole!!! ma foto e presentazione sono davvero originali =) complimenti sei bravissima

    RispondiElimina
  7. oh... sono rimasta affascinata dalla foto, itoni del bianco e del rosso sono così Natalizi e la scodella è meravigliosa.... questa ricetta poi... confortante e deliziosa per noi che adoriamo il formaggio.... ciao Ely

    RispondiElimina
  8. Dev'essere buonissima!!!! Belli i crostini a forma di stella!!!
    Complimenti per le foto e per la ricetta!!!!

    RispondiElimina
  9. solo a guardar le foto mi viene fame!
    adoro il formaggio e immagino il sapore delizioso di questa fonduta :P
    complimenti!

    RispondiElimina
  10. mmm una vera delizia cara!!! Complimenti sei bravissima

    RispondiElimina
  11. Il tuo blog l'ho scoperto da poco, ma non lo abbandonerò più...mi piace tutto, ricette, foto, è così...chic!
    Complimenti per tutto, sei bravissima...

    RispondiElimina
  12. @Tutti tutti: grazie per i vostri complimenti mi lasciate sempre senza parole ! Baci!

    RispondiElimina
  13. ma che buona, mi ricorda un viaggio a Basilea con locale tipico e fonduta da sballo!
    I ricordi ricordi enogastronomici sono il mio forte!! eh,eh,eh
    Belle anche le foto, Brava!

    RispondiElimina
  14. non la mangio spesso ma è delizosa, io ho anche il kit con i batoncini e il fornellino per meantenerla calda...

    RispondiElimina
  15. La fonduta con il crostino per me è uno dei ricordi più belle delle cene francesi (nonché una delle cose che mangiavo più volentieri quando mi invitavano!). Le tue bellissime foto fanno venire un'acquolina...anche a quest'ora! :)

    RispondiElimina
  16. foto bellissime e le stelline innevate ..sono proprio natalizie...è vero viene una nostalgia..neanche qualche settimana fa passavo da quartieri incantati con alte finestre e piccoli e deliziosi balconi, coperti di neve, decidendo tra la fondue bouirgouignonne o chinoise indecise su quale scegliere...bellissimo post complimenti e approvo Chiara mette un'acquolina anche adesso!

    RispondiElimina
  17. quanto mi piace!!dovrei farla solo per me però! a casa nn amano i formaggi!!!

    RispondiElimina