Sacher

Il piacere nero. Sachertorte in monoporzione

04/12/10 14:52




..ok ok. L'avevo già fatta..forse Febbraio scorso, prima di avere un blog tutto mio. Quindi mai postata, mai condivisa, mai messa in circolazione l'ennesima versione "tarocca" della mitica Sachertorte.
Sembra come la ricetta della coca-cola, e mannaggia all'ingrediente segreto! però in fondo è bello così..improvvisare, inventare, alla ricerca della tua Sacher, quella perfetta, quella che quando alle nari ti arriva il profumo di cioccolato e albicocca, ingrassi al solo pensiero.
Ma chi se ne frega se poi non è quella ufficiale! Di certo sarà ogni volta la vostra Sacher..
Mi permetto di proporvi una versione modificata sulla base di tante lette qua e là per il web..


150 g di burro (buon burro)
150 g di albumi
5 tuorli
200 g di cioccolato fondente al 70%
150 g di zucchero semolato finissimo
100 g di farina di tipo "00"
50 g di maizena
4 g di lievito in polvere
1 cucchiaino di caffè solubile

Per finire

Marmellate di albicocche
Gelatina all'aroma di albicocca

Per la glassa

200 g di cioccolato fondente sempre al 70 %
60 g di burro
2 cucchiai d'acqua

Preparazione

Lasciate ammorbidire il burro fuori dal frigo prima di incominciare la preparazione del dolce.
Imburrate infarinate una teglia di 26 cm di diametro (io ne ho usato una rettangolare).
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato e nel frattempo sbattete il burro a pomata con metà parte di zucchero.
Con le fruste, in un'altra ciotola montate le chiare con un pizzico di sale e l'altra metà di parte di zucchero e mettetele da parte.
Aggiungete quindi al composto di burro e zucchero i tuorli uno ad uno .
Quando il cioccolato sarà quasi completamente sciolto unite il cucchiaino di caffè solubile.
Fate sciogliere bene quindi incorporate il tutto al composto di burro, zucchero e tuorli sbattuti.
Amalgamate bene.
Setacciate la farina insieme alla maizena e al lievito, e incorporatele al composto di cioccolato con una spatola di gomma dura.
Unite per ultimo le chiare montate, lavorando dal basso verso l'alto in modo da non smontare il composto.
Cuocete in forno preriscaldato a 175°C per 40 minuti.
A fine cottura fate raffreddare bene la torta quindi dividetela in due parti.
Farcite un lato con la marmellata di albicocche (meglio se non a pezzi troppo grossi), quindi ricoprite e spennellate la superficie con uno strato di gelatina all'aroma di albicocca.
Preparate la glassa facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato insieme al burro e ai due cucchiai d'acqua.
Quando questa sarà liscia e omogenea colatela sulle monoporzioni di Sacher (o sulla torta) che avrete dapprima disposto su una gratella per dolci a sua volta poggiata su di una teglia, in modo da permettere non solo di recuperare la glassa in eccesso che cadrà dalle porzioni, ma anche in modo da ottenere una copertura omogenea di glassa su tutta la superficie/e lati del dolce.






Può piacervi anche

24 commenti

  1. Ma quanto mi piace questo bistrot??
    L'ho scoperto solo questa settimana..Ma mi piace tutto..foto, ricette, clima..si sta proprio bene qui da te.
    E la Sacher torte? Beh è una delle mie torte preferite.
    Complimenti per tutto davvero!!
    Silvia

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, grazie! mi fa piacere che stai bene qui, infondo pare rilassi un po'tutti..sarà forse la musica..?

    RispondiElimina
  3. Hai creato proprio un bello spazio.. Mi piacciono proprio le immagini e la grafica.
    La musica che hai scelto mette allegria :)

    RispondiElimina
  4. Ciao,anche io scopro questo spazio solo adesso,complimenti molto curato e belle foto! Ottima questa sacher!

    Donatella

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia! come sempre Claudietta!
    un bacio

    RispondiElimina
  6. Che bellissima idea la sacher monoporzione!!! Le foto fanno venire l'acquolina!!!
    Davvero bravissima, ciao!

    RispondiElimina
  7. Complimenti per questo dolcissimo bistrot e per queste mini sacher...semplicemente divine! :)

    Ilaria

    RispondiElimina
  8. Una vera meraviglia per il palato e per gli occhi :-)) bravissima come sempre ...

    RispondiElimina
  9. Accidenti a quell'ingrediente segreto! Anch'io ne sono alla ricerca da tanto tempo... Però devo dire che questa tua sacher, anche se non è l'originale sembra davvero dleiziosa, e la versione modoporzione è perfetta! Quiindi...chissene importa dell'ingrediente segreto! A noi ci piace così com'è la tua! :-)

    RispondiElimina
  10. Wow...eccellente come sempre..

    RispondiElimina
  11. Esto realmente se ve delicioso del todo.

    Saludos

    RispondiElimina
  12. Che fotooooooo!STo sbavando!
    E anche gli gnocchi del post precedente..una favola.
    Quelli sicuro li rifaccio e poi ti dico^^

    RispondiElimina
  13. mi piace moltissimo il tuo bistrot...fai foto splendide e le ricette da impazzire...ciao a presto Marina

    RispondiElimina
  14. l'idea del monoporzione mi piace molto, solo a guardare queste mini sacher...sono uno spettacolo, le avrei mangiate in un attimo!!!

    RispondiElimina
  15. Vedo tutto di cioccolatooo!!!!queste minisacher sono buone solo a guardarle!!!

    RispondiElimina
  16. Fantastiche...il sapore di una tradizione, saranno sicuramente super golose!
    complimenti. Un bacione

    RispondiElimina
  17. La torta più buona del mondo in una versione mignon,beh...una genialata!!Da rifare quanto prima!!Bravissima come sempre!!

    RispondiElimina
  18. A quest'ora, prima di andare a letto, vedere una fetta della tua meravigliosa Sacher Torte "tarocca" e ascoltare il delizioso motivetto che fa da sottofondo al tuo blog è una cosa che mi rilassa terribilmente. Per me poi ormai un giro nel tuo bistrot a quest'ora è d'obbligo!!!Baci

    RispondiElimina
  19. E' sempre un piacere passare dal tuo bistrot...quante meraviglie!

    RispondiElimina
  20. Saràl'ennesima versione ma le tue foto la rendono unica ed eccezionale!!!

    RispondiElimina
  21. NN l'ho ancora fatta! mi manca! sicuramente sarà in mini porzione.. altrimenti è un vero suicidio! :-D buonissima! le varianti rendono il prodotto diverso e unico allo stesso tempo, penso ke un tocco personale a volte sia fondamentale così che si possa sentire la ricetta un po'"più nostra"!

    RispondiElimina
  22. Ma che splendida in monoporzione! devo dire mi attira più della versione normale! :)
    complimenti!

    RispondiElimina
  23. Tutto raffinato e delizioso: ricette, immagini, musica.....Da una Bilancia, d'altra parte , che ci si può aspettare?!
    Complimenti.
    Antonella ( Bilancia...!)

    RispondiElimina