Cocotte

Non chiamatela flamiche!

05/02/11 15:15

Da che mondo è mondo e da che la cucina francese ha deciso di giocare un ruolo fondamentale nella storia della gastronomia mondiale la quiche altro non è che un involucro di burrosa e croccante consistenza atto ad accogliere un ripieno liquido e/o pannoso, per intenderci, dentro potete metterci qualunque cosa, lei rimarrà sempre dignitosamente una quiche.
Sin qui ci siamo.
Per chi non lo sapesse, e per la gioia della vostra piccola scoperta quotidiana la Flamiche altro non è che una quiche..ciò che cambia è la residenza...appena oltre il confine.
Già, perchè in Belgio la chiamano così. Ora, senz'altro non è che una semplicissima torta di porri ma il nome belga suona così allettante oltre ad essere così tremendamente chic..a leggerla e a pronunciarla mi son venute alla mente due parole, la prima è quiche ovviamente data la presenza del suffisso "che" ma la seconda era lì che girava e girava un po'se ne stava sulla punta della lingua e poi in un colpo riprendeva a girare...ma cosa mi faran pensare mai quelle letterine..."flam, fiamma..si, ma che c'entra..flam, flam..mmm ecco! Fiammingo! ma certo! ecco perchè mi sapeva di elegante! (per la mia forma mentis al termine fiammingo altro non riesco ad associare se non l'arte fiamminga che per chi la conosce sa certamente quanto è delicata ed aggraziata....) è stata come una folgorazione, una turba mentale-gastronomica....conclusasi con la repentina corsa giù per le scale per riattivare il contatore saltato che ha messo a dura prova il forno, e con un invitante profumino che (per fortuna) ha incominciato a venir fuori ..
Dopo ringraziamento rigoroso per aver letto le mie agonie, vi dirò dunque che la mia non è una flamiche, tanto meno una quiche (:/), ma un povero disgraziato tortino..(il resto della sfoglia della ricetta di ieri andava pur usata in qualche modo, giusto cielo, e che stiamo a babbiare qui?) per ciò dopo l'illuminante idea di metterla in cocotte...



Ingredienti e dosi per due tortiere dal diametro di 18 cm


230 g di pasta sfoglia
2 uova
190 g di panna liquida fresca
3 porri
30 g di burro
sale e pepe q.b.


*volendo farla diventare una flamiche sarà necessario usare la pasta brisè al posto della sfoglia.


Prendete la pasta sfoglia e ricavate due dischi non troppo sottili dal diametro di poco superiore a quello delle tortiere che avete scelto.
Bucherellatene la superficie e adagiatele sulle tortiere.
Preparate il ripieno.
Prendete i porri privateli delle "foglie" più dure, quelle esterne e tagliateli a rondelle.
Fateli stufare in padella con il burro, aggiungendo, all'occorrenza anche dell'acqua.
Fate cuocere per 10 minuti.
Preparate l'emulsione con le due uova, la panna, il sale e il pepe. 
Sbattete bene e mettete da parte.
Riempite quindi le tortiere dapprima con il porro stufato per poi incorporare il "royal".
Fate cuocere in forno già caldo a 185° per 30/35 minuti.




 Con questa ricetta partecipo al contest di Imma


Può piacervi anche

16 commenti

  1. Sfoglia utilizzata egregiamente per una ricetta appetitosa (come sempre)... ^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao questa ricetta è perfetta per il mio contest Tutto in cocotte in collaborazione con Le Creuset, ti va di partecipare?
    ti lascio il link dove trovi tutte le spiegazioni,baci imma

    http://dolciagogo.blogspot.com/2011/01/dolci-gogo-e-le-creuset-presentanotutto.html

    RispondiElimina
  3. Quiche o flamiche mi pare una delizia! ^_^
    Ti aspetto da me per una novità...
    Sonia

    RispondiElimina
  4. Ciao dolci a go go! ma la mia non è una cocotte le Creuset! :(

    RispondiElimina
  5. che buona!!....Imma intendeva che si vincono le cocotte Le Creuset :), puoi partecipare tranquillamente. Ciao Annalisa

    RispondiElimina
  6. comunque si chiami sembra davvero squisita, brava Claudietta!

    RispondiElimina
  7. mmmhhh....adoro cipolle e famiglia.... queste cocottine mi fanno venire una fame...

    RispondiElimina
  8. i porri li adoriamo in cocotte sono bellissimi bella idea. Brava!!!

    RispondiElimina
  9. belissime colori!!! certamente molto saporoso anche.

    alguri
    Guilherme

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia......e che bontà!!!

    RispondiElimina
  11. ...quando guardo il tuo blog mi viene sempre voglia di provare le tue ricette! che fame!!!

    RispondiElimina
  12. Flamiche o quiche, con i porri che bontà!

    RispondiElimina
  13. Ciao Claudia, come ti ho già detto, il tuo blog mi piace da morire...ed è per questo che ti dico di passare da me a ritirare un premio per il tuo blog...
    Ti aspetto!!!!
    Patrizia

    RispondiElimina
  14. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  15. :)
    quando tu vieni a dirmi che le mie foto sono belle, alllora, è quando ci credo veramente!!
    ;)

    bacione bella!

    RispondiElimina
  16. questo tortino di porri mi ispira proprio!

    RispondiElimina