Dolci

Kugelhupf

26/09/11 16:05



Vediamo un po'.
Potrei dirvi che Lui, è l'antenato del panettone. Ma sono certa che già lo sapete.
Potrei dirvi, che probabilmente, lo è anche del babà, beh, in fondo, la lavorazione e gli ingredienti non cambian di molto.
Potrei dirvi che il suo nome può cambiare a seconda della zona di provenienza, ma anche che, è in tutto, e per tutto, un dolce di origine Alsaziana.
Posso dirvi anche, che il suo nome, rispecchia appieno le sue rotondità generose dovute alla lievitazione..(kugel =palla--hupf=salto).
Potrei dirvi, per ultimo, che la mandorla intera sulla sua superficie è il suo segno caratteristico e inconfondibile...(e aggiungiamoci immancabile).
Ah, no, dimenticavo...vi dico ancora, infine, che la ricetta è di Paoletta di Anice e Cannella che altro non potrebbe significare se non garanzia di riuscita e 0 margini di errore!
Io vi riporterò passo passo la sua ricetta realizzata secondo una sua libera interpretazione.
Credo proprio che quest'anno me lo farò da me il panettone!!

Ingredienti:
300 g di farina forte 350W (ho usato la manitoba Lo Conte)
150 g di burro di buona qualità
75 g di zucchero semolato
10 g di lievito di birra fresco
50 g di latte intero fresco
75 g di acqua
4 tuorli d'uovo
2 albumi
25 g di uvetta sultanina o gocce di cioccolato
25 g di cubetti di arancia candita
5 g di sale
scorza di 1 arancia grattuggiata
1 cucchiaino di miele

Mandorle per la decorazione
1 Stampo della capacità di 2 lt. di acqua





Mescolate l'acqua appena tiepida (37°) con il lievito, il miele e 75 gr di farina presa dal totale, coprite con pellicola.
Dopo circa 45' (deve gonfiare) unite gli albumi, il resto della farina alternandola al latte, e mescolate con la foglia a bassa velocità.
Aggiungete il sale, e aumentate la velocità, incordare. (ci vorranno 10 minuti).
Riducete appena la velocità ed unite 1 tuorlo, alla ripresa dell’incordatura aggiungete altri 2 tuorli e metà dello zucchero.
Incordate di nuovo ed unite l’ultimo tuorlo, il resto dello zucchero, poi incordate ancora molto bene.
Aggiungete, poco alla volta il burro morbido, insieme alla buccia di arancia, e incordate molto bene aumentando la velocità dell'impastatrice, l'impasto dovrà presentarsi lucido e ben legato, ci vorranno circa 20/25 minuti. Verso la fine, gli ultimi 5 minuti, finite di incordare inserendo il gancio.
Per ultimo aggiungere l'uvetta (o gocce) e l'arancia candita.
E' possibile aggiungere un cucchiaio raso di farina dopo il burro, per aiutare l'incordatura, ma non di più, per non snaturare l'impasto.
Mettete in una ciotola, coprite con pellicola, e dopo 40/50 minuti (assicurarsi che parta la lievitazione), mettete in frigo in una zona sui 7/8 gradi per circa 6/8 ore.

Tirate fuori dal frigo e, dopo 30' minuti, rovesciate sul tavolo infarinato e fate le pieghe del tipo 2, dovremo ottenere una massa compatta.
Con la chiusura sotto arrotondate e trasferite nello stampo leggermente pennellato di burro e decorato con alcune mandorle, infilando la palla facendo prima un foro in mezzo. Coprite con pellicola e mettete in forno spento, lampadina accesa fino a che non arriva al bordo dello stampo.
Infornate a 190° per circa 30 minuti, su placca del forno, posizionata su grata medio/bassa, perchè cresce molto.
Controllate di frequente che non bruci, se ciò dovesse avvenire, coprire con della carta stagnola. Sfornate tiepido, mettete su una gratella fino al raffreddamento, e completate con una spolverata di zucchero al velo.a

Una nota: se decidete di utilizzare le gocce di cioccolato unitele solo dopo aver montato il gancio e fate lavorare giusto il tempo di farle unire al composto (una manciata di secondi).
Fate attenzione all'uso della farina, essa deve essere forte. Caso contrario diminuite la quantità dei liquidi, ad esempio la grammatura del latte scenderà da 50 g a 20-30 g.




Può piacervi anche

18 commenti

  1. e io potrei aggiungere che ti è uscito uno splendore. Bravissima

    RispondiElimina
  2. Precioso! Me encanta en todas sus versiones, es mi dulce favorito porque une el pan con el bizcocho... lo haré sin duda! Besos

    RispondiElimina
  3. Tutto capitissimo, anche perchè ho fatto un corso con Paoletta e Adriano ed effettivamente sono una garanzia, lo stampo che hai usato tu ..che diametro è?? Grazie, baci, Flavia

    RispondiElimina
  4. Meraviglioso! Mi sta facendo venire fame!!!E posso dirti io alcune delle curiosità da te elencate non le conoscevo :)! Un bacione

    RispondiElimina
  5. Buonissima io l'ho fatta un bel po di tempo fa!

    RispondiElimina
  6. Puoi dirci che ce ne mandi uno ciascuno a casa...ehehehe... questo si che sarebbe una gran bella notizia!

    RispondiElimina
  7. Ciao Claudietta!Adoro questo dolce,in Alsazia troneggia da qualunque vetrina di forni e pasticcerie ed è proprio cosi,tipo panettone!Buona idea farselo home made per le feste di Natale molto meglio di pandori e panettoni commerciali fintissimi...
    Se hai voglia di partecipare ho organizzato il mio primo contest per l'ora del tea in occasione di un anno di blog
    http://oradeltea.blogspot.com/2011/09/lora-del-teail-contest.html
    ti aspetto mi farebbe molto piacere!Ciao Federica.

    RispondiElimina
  8. Davvero una riuscita impeccabile!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  9. mmmmm.... sai che io invece non ne avevo mai sentito parlare? da provare....

    RispondiElimina
  10. stupendo! complimenti :) mi piace molto il sottofondo musicale... di che brano si tratta?

    RispondiElimina
  11. un post che mi lascia assolutamente senza fiato!!!!bellissimo davvero


    visto che mi trovo da queste parti ti invito a passare da me...io e mia sorella abbiamo indetto un contest sulla zucca...Fuori di zucca...se sei pazza per questo ingredienti e ti va partecipa..mille baci

    RispondiElimina
  12. Che bello che è!!! Incantevole!!!
    Devo ritrovare un vecchio stampo come il tuo che mia madre ha nascosto da qualche parte e provare a farlo al più presto!!!

    RispondiElimina
  13. Come avrai potuto vedere sul mio blog, a giugno ho fatto una piccola vacanza in Alsazia dovo ho potuto assaggiare questo dolce: ti dirò di più, ho comprato anche lo stampo e al più presto sperimenterò la ricetta

    RispondiElimina
  14. ah però anche questo è davvero interessante! non sapevo fosse l'antenato del panettone! ma se non altro potrebbe essere un'alternativa al prossimo Natale!

    RispondiElimina
  15. Grazie Claudietta per la tua partecipazione al mio contest è per me un grande piacere!!Ho inserito la ricetta ;) ottima scelta!!A presto Federica.

    RispondiElimina
  16. STUPENDO! Me ne ruberei subito una fetta!!: )))

    RispondiElimina