Lumachelle orvietane

Lumachelle Orvietane

04/10/11 14:01




Spero che non siate a dieta, perchè accidenti a loro!, questo sì che è un vero peccato di gola!
Sono D.E.L.I.Z.I.O.S.E. ..la storia che ci racconta Paoletta a proposito, potrebbe appartenere ad ognuno di noi perchè, a nostra volta, ognuno di noi serba nel suo cuore il ricordo della merenda dell'infanzia..che sia dolce, o salata, poco importa, ciò che è certamente chiaro è che Paoletta è stata davvero fortunata.
Come avrete ben capito la ricetta è sua e, per davvero, credetemi, golosissima! Qui c'è il link della sua ricetta.
Io ve la riporto passo passo..


Ingredienti:

250 g di farina di tipo"0"
140 g di acqua circa
100 g di pancetta (si possono usare anche dadini di prosciutto crudo)
50 g di pecorino
10 g di strutto
10 g di olio extravergine d'oliva (1 cucchiaio)
12 g di lievito
1 pizzico di sale
1 pizzico di pepe


Impastate bene per almeno 15 minuti la farina con l'acqua e il lievito, aggiungete il sale, il pepe e per ultimo il pecorino, poi lo strutto e l'olio.
Coprite l'impasto ottenuto e lasciate lievitare per 45/50 minuti circa.
Trascorso questo tempo riprendete l'impasto e aggiungete la pancetta tagliata a cubetti molto piccoli.
Dividete l'impasto in palline da 50 gr l'una, con queste dosi ne verranno 12.
Fate dei cannellini lunghi e grossi circa 1 cm. e formate le lumachelle senza arrotolare troppo stretto.

Sistematele su una teglia grande coperta di carta forno, e lasciate lievitare ancora 20 minuti.
Nel frattempo accendete il forno a 190°.
Infornate a questa temperatura per 15 minuti circa. Poi portate la temperatura a 150° e fatele tostare per circa 15 minuti fino a che sono belle dorate.
Spegnete e lasciate intiepidire in forno.





Può piacervi anche

20 commenti

  1. mamma mia che brava! Mi piace la ricetta, mi piaciono le fotografie e trovo meraviglioso lo styling. Semplice ma con grande personalità.

    RispondiElimina
  2. mmmmmm...sembrano davvero D E L I Z I O S E! :)E a prima vista avrei scommesso fossero dolci...invece c'è la pancetta! :)

    RispondiElimina
  3. Mi piace la ricetta e mi piacciono le foto, tutto perfetto!

    RispondiElimina
  4. mio dio che meraviglia sono senza parole adorante il monitor! questa ricetta è una bomba

    RispondiElimina
  5. sono splendide da guardare e sicuramente ottime da mangiare :-)

    RispondiElimina
  6. Sono meravigliose = Strabuone sicuramente!! :D

    Vevi :)

    RispondiElimina
  7. In passato le ho fatte simili, ma le tue foto sono bellissime!

    RispondiElimina
  8. Che bellezza! Sei super. Per caso organizzi corsi di cucina in giro per l'Italia?? :-))
    Baci.

    RispondiElimina
  9. oddio sembrano troppo buone per raccontarle, adesso le provo a fare e poi me le mangio.

    RispondiElimina
  10. O.O...ecco or ora mi accorgo che non posso vivere senza!!! questa ricetta la copio sicuramente...magari sostituendo la pancetta, vedremo ;)

    RispondiElimina
  11. sembravano dolci aprimo impatto, ma rusirche mi piacciono ancora di più! :D
    approvate al posto del pane per la cena di venerdì, grazie!

    RispondiElimina
  12. se ti sbilanci così mi toccherà provarle! ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Sono stupende!! sarei a dieta, ma .. non si può resistere!!!
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  14. le tue sono bellissime, e Paoletta è pur sempre una garanzia :)

    RispondiElimina
  15. che delizia ... e che bellissime foto !

    RispondiElimina
  16. Non le conoscevo, sembrano davvero eccezionali!!! :)

    RispondiElimina
  17. Wow!! Mi ricorda molto un pane di Modica: "Le Cucche"! La forma è la stessa, ma all'interno ci sono ottimi pezzetti di caciocavallo ragusano!
    Proverò sicuramente la ricetta! Grazie! :D

    RispondiElimina