Brioche

Brioche di Natale all'uvetta e pinoli

19/11/11 14:11



...e un'altra favola da Paoletta e il suo blog.
La ricetta l'ho presa proprio da qui e vi riporto passo passo la ricetta da lei illustrata.


Ingredienti:

150g di lievito madre (in sostituzione fate una biga 12 ore prima con 100 gr di manitoba, 50 gr di acqua e 1,5g di lievito di birra fresco, lasciata fermentare a 18°)
380g di farina W330/350 (in alternativa manitoba del supermercato)
125g di latte
65g di acqua
120g di zucchero
100g di burro
1 uovo
1 tuorlo
8g di lievo di birra fresco
5g di sale
1 cucchiaio di rhum
1 cucchiaino di estratto di vaniglia home-made (in alternativa i semini di una bacca)
la buccia di un'arancia grattugiata

200 gr di uvetta
pinoli
1 albume

Procedimento:

Mettete in ammollo l'uvetta in acqua tiepida con qualche cucchiaio di rhum.
Sciogliete nella planetaria il lievito madre (rinfrescato due volte) o la biga a pezzettini, nell'acqua e latte, usando la foglia.
Aggiungete il lievito di birra sbriciolato, e tanta farina, presa dal totale, quanto basta per ottenere un impasto morbido, amalgamate. Unite un tuorlo, 30 gr di zucchero e subito dopo un po' di farina quanta ne serve per ridare all'impasto una consistenza morbida.
Ad assorbimento di uovo e zucchero, proseguite con l'altro tuorlo, 40 gr di zucchero e ancora un po' di farina.
Continuate con l'albume rimasto, 50 gr di zucchero, il sale aggiungendo poca alla volta tutta la farina riservandone un cucchiaio.
Incordate l'impasto con la foglia.
Dividete il burro in tre parti e aggiungetelo in tre riprese, la seconda ad assorbimento della prima parte e così via.
Unite il rhum poco alla volta, la buccia grattugiata dell'arancia e la vaniglia. Ad assorbimento, unite la farina rimasta ed incordate l'impasto.
Togliete la foglia e usate il gancio per inserire l'uvetta ben strizzata e asciugata. Quando questa sarà ben distribuita, avrete due strade:
1. formate una palla con l'impasto, mettetelo in un contenitore, copritelo con pellicola e lasciatelo in frigo circa 8 ore. In questo caso tiratelo fuori al mattino, e lasciatelo a temperatura ambiente circa 1 ora e mezza prima di proseguire.
2.oppure lasciate puntare l'impasto 1 ora in un contenitore coperto da pellicola, poi spezzate in due pezzi uguali (pesateli) avvolgeteli (una sola volta) con i pollici senza serrare troppo, il Maestro spiega qui, attendete 10' allungate i due pezzi, avvolgeteli tra loro a formare un treccione.
Imburrate uno stampo antiaderente da plumcake da 30 x 10,5 cm. adagiatevi il treccione e coprite con pellicola. Attendete che superi il bordo di due dita circa, spennellate con un albume, decorate con pinoli e infornate a 200° per i primi 15', coprite con un foglio di alluminio se la superficie si è ben dorata e proseguite la cottura a 170° per altri 35'/40'.
Fate la prova stecchino al centro, deve uscire asciutto e non deve trovare resistenza quando si infila.





Può piacervi anche

19 commenti

  1. Bellissima e mi sa anche tanto buona... sarà anche di Natale ma io me la faccio per la colazione di domani, grazie, meglio viziarsi, no?

    RispondiElimina
  2. Io dico che questo tipo di ricette di Paoletta sono stracollaudate!!! Buon weekend, Flavia

    RispondiElimina
  3. Una reale meraviglia questa brioche! Mi segno assolutamente la ricetta! Un bacio

    RispondiElimina
  4. deliziosissimo!!!!!e poi che bello il profumo del natale!

    RispondiElimina
  5. Ma questa brioche é meravigliosa! e chissà che buona!! Devo assolutamente fare la mia pasta madre, ci sto pensando da tempo ma non ho ancora trovato il coraggio.. :)
    Vedendo questa brioche. DEVO. :)

    RispondiElimina
  6. ...colazione di Natale, davanti al caminetto....

    RispondiElimina
  7. ha un aspetto fantastico! la proverò!

    RispondiElimina
  8. Ma si può mangiare subito? Io non resisto, troppo buona!!!!!

    RispondiElimina
  9. Assolutamente bellissima!

    Ti seguo.

    RispondiElimina
  10. Mhhh... dev'essere una bontà...
    Questa me la tengo buona non appena i pargoli mi lasciano un pò di tempo per lavorarci! ;)
    E così rinfrescherò (non la pasta madre ma) le mie reminescenze del mini-corso di panificazione, ora miseramente accantonato da un paio d'anni almeno...

    E così,vai di biga... che la pasta madre è finita vittima del mio esperimento di ibernazione... ma non si è più ripresa!!! Ma va???!!!! ;)))
    Intanto la usiamo come "ghiaccio" in caso di bernoccoli.

    ciao ciao

    Chiara

    RispondiElimina
  11. che spettacolooooooooooo!!! meraviglioso!

    RispondiElimina
  12. Un delicioso brioche!! Tiene un aspecto impresionante!! Me lo apunto para hacerlo sin duda!! Saludos, Alicia.

    RispondiElimina
  13. E' bellissimo e me lo segno.
    Buona domenica
    Mandi

    RispondiElimina
  14. ottimo lavoro. è praticamente simile alla christollen o sbaglio ?

    saluti

    RispondiElimina
  15. delizioso, lo farò a dicembre per entrare nel clima natalizio!

    RispondiElimina
  16. Bella e buona sa di casa e di Natale....Un bacio Fede.

    RispondiElimina
  17. Paoletta non si smentisce mai, fantastica questa brioche!

    RispondiElimina
  18. meravigliosa. La foto numero 3 mi fa svenire dalla bontà che trasuda.

    RispondiElimina