Piccola pasticceria

Torcetti Saint-Vincent

27/11/11 15:24


Scommetto che anche a qualcuno di voi, quest'anno, gira per la testa l'idea di fare dei regalini di Natale con le proprie manine.
Ammetto che per me l'idea è molto accattivante!
Prodotti artigianali, home-made realizzati con pazienza e amore. Quale regalo e pensiero migliore? E soprattutto quale occasione migliore, se non questa, per dar sfogo alla vostra fantasia, inventare qualche nuova ricetta, magari trovare il tempo per dedicarvi alla preparazione di un qualcosa per la quale non siete mai riuscite a trovare il tempo..e poi..volete mettere??andare per negozietti in cerca di cestini, vasetti, tagliabiscotti, stoffe e nastrini per impreziosire le vostre idee regalo..che ne pensate?
Per me sarà certamente l'occasione buona per realizzare (per la prima volta) le marmellate..magari di arance amare o di limoni..
Intanto vi propongo una ricetta favolosa, buonissima. Una ricetta valdostana, che bene si presta alla mia idea realizza-sforna-impacchetta-regala!

Torcetti Saint-Vincent



Ingredienti e dosi per 35-40 torcetti

250 g di farina "00"
100 g di buon burro morbido
1/3 di lievito di birra liofilizzato (va bene anche fresco) (sono circa 4 g)
20 g di zucchero semolato
90 g di acqua tiepida
1 pizzico di sale


Setacciate la farina e aggiungetevi il lievito lo zucchero e il sale, amalgamate qualche secondo con la foglia (se utilizzate una planetaria) in modo da amalgamare tutti gli ingredienti secchi.
Aggiungete poco a poco l'acqua e lavorate molto a lungo per circa 10 minuti.
L'impasto risulterà assai liscio e morbido.
Riponetelo in una terrina, copritelo con un panno umido e fate lievitare sino al raddoppio a temperatura ambiente per 1h e 1/2.
Trascorso questo tempo riprendete l'impasto, riponetelo nella planetaria e incorpora poco a poco il burro morbido, lavorando per altri10 minuti circa ad una velocità alta.
Lasciate a questo punto lievitare per un'altra ora.
Dividete a questo punto l'impasto in due parti con l'aiuto di un tarocco e su di una spianatoia infarinata formate con palmo delle mani dei filoncini spessi quanto una matita lunghi non meno di 15 cm.
Fateli rotolare su un abbondante strato di zucchero semolato e chiudeteli sovrapponendo le estremità in modo da ottenere degli anelli a goccia.
Rivestite una placca con carta da forno e infornate in forno già caldo a 210°C per 20 minuti.
I torcetti durano a lungo specialmente se conservati in una scatola di latta.






Può piacervi anche

21 commenti

  1. Hanno un aspetto delizioso!
    Ciao
    Angelina

    RispondiElimina
  2. Oh, i torcetti! Stupendi! :)

    Agnese

    RispondiElimina
  3. Sono bellissimi!!Mi sa che farò un regalo...Torcetti made by Paprika&Paprika!
    Bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  4. fantastici i tuoi biscotti!!!!
    Pensavo anche io di regalarne per Natale.
    Ma secondo te quanto tempo prima si possono fare se conservati in scatole di latta?????

    RispondiElimina
  5. L'idea di regalare prodotti home-made mi alletta sempre più e questa tua ricetta si presta molto... squisiti!

    RispondiElimina
  6. Meravigliosi, sembrano appena sfornati dalla grande industria e inveceeee ....
    Brava, complimenti
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
  7. Adoro i torcetti...e quanto sono perfetti questi! Tanto di cappello per la presentazione e la musica in sottofondo, è cosi' piacevole!!

    RispondiElimina
  8. belli! ottima idea per non fare il solito gingerbread!

    RispondiElimina
  9. ... prima di dirti che la ricetta mi piace un sacco e che è verissimo che desidero fare regalini homemade e questi sono perfetti... posso confessarti una cosa?
    Quando ho letto "saint Vincent" l'ho letto come Fantozzi nel primo inimitabile "Fantozzi": "casinò municipale di Saint Vincent"
    guarda qui:
    http://www.youtube.com/watch?v=l59s7jEoGLA&feature=related

    La donna trash che è in me a volte viene fuori ;D

    RispondiElimina
  10. Ciao Claudia, che buoni i "turcet", li fanno anche in molte zone del Piemonte..è proprio un buon dolcetto e mi pare che si mantenga anche bene. Penso proprio che lo proverò. ciao e buona serata, Ilaria

    RispondiElimina
  11. Questi torcetti sono davvero deliziosi, appena ne assaggi uno non puoi non prenderne subito un'altro...creano dipendenza! Bravissima ad averli fatti!
    Pure noi quest'anno per natale stiamo pensado a dei regali home made!
    vedremo!
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Non ci posso credere Claudia... non ci crederai ma oggi ho sfornato i miei primi "torcetti prova" per i miei regalini di Natale!!! ^___^ Incredibile coincidenza abbiamo avuto la stessa idea! I tuoi sono meravigliosi e segno anche la tua ricetta perchè è un pò diversa dalla mia che prevedeva l'uso della birra direttamente! Proverò per valutare la differenza di sapori! Grazie d'averceli postati! Un abbraccio! Any

    RispondiElimina
  13. ma che meraviglia.....questi biscottini mi portano indietrissimo del tempo. quando ero bambina me li comprava mio nonno per la colazione. Mi sembra di sentirne il profumo!!!
    Grazie li proverò di certo
    A presto

    RispondiElimina
  14. Mhh..che buoni i torcetti, tutte le volte che vado in Val d'Aosta me ne faccio delle scorpacciate, di quelli freschi di pasticceria ^-^ una goduria. Ciao!

    RispondiElimina
  15. Sai come ci starebbero bene con la cioccolata calda che sto preparando. Quindi: rimando la cioccolata a quando farò questi torcetti oppure faccio 2 volte la cioccolata calda?? Ma non bisognava non mangiare prima di natale?? Uffa!! Chissene!

    RispondiElimina
  16. Come potremmo non apprezzare questi torcetti?! Saint Vincent è proprio qui a pochi km...

    RispondiElimina