Ravioli di ricotta e zafferano con salsa al pomodoro e basilico



Proprio non vorrei essere ripetitiva ma...avrete capito che tanto ormai mi piace cucinare praticamente tutto.
Ecco la pasta all'uovo fatta in casa, sebbene avessi dovuto farla prima, regala dolcissime emozioni.
Come dire..puoi osservare gli ingredienti diventare una sfoglia sottile, elastica, d'un colore giallo brillante sotto i tuoi stessi occhi e il tutto è davvero tanto soddisfacente!
Li ho preparati con la mia mamma stamattina...e ho, praticamente in un attimo, deciso di dedicarmi alla pasta fresca ogni fine settimana.
La ricetta appartiene a mia nonna paterna e rappresenta per me la migliore ricetta di ravioli al mondo, la sua particolarità è appunto nel ripieno, di ricotta, appunto, zafferano, scorza di limone e zucchero.
Sì, ha un ripieno dolce e cremoso che contrasta favolosamente con la salsa al pomodoro, ovviamente sapida e profumata al basilico.
Che dirvi un piatto semplice e completamente home-made che, almeno per me, fa riaffiorare piacevoli ricordi quanto gustosi attimi di bontà genuina..


Ingredienti per 50 ravioli

Per la pasta all'uovo

300 g di farina "00"
3 uova 
1 cucchiaio d'olio d'oliva
acqua all'occorrenza

Per il ripieno

450 g di ricotta di pecora
40 g di zucchero
1 bustina di zafferano
1 pizzico di sale
la buccia grattugiata di un limone non trattato

Amalgamate tutti gli ingredienti su di una spianatoia ben pulita. Disponete la farina a fontana e quindi al centro le uova e l'olio. Con i polpastrelli mescolate i liquidi raccogliendo di volta in volta sempre più farina.
Lavorate sino a che l'impasto sarà ben liscio e compatto.
Fate riposare l'impasto per 15 minuti.

Preparate nel frattempo il ripieno; in una terrina amalgamate tutti gli ingredienti e mettete da parte.
Tirate la pasta con l'apposita macchina sino ad ottenere una sfoglia partendo dapprima dallo spessore più alto sino ad ottenere una sfoglia molto sottile (per intenderci nella mia macchina lo spessore è 5).
Avrete ottenuto a questo punto un rettangolo di sfoglia lungo e sottile.
Disponete al centro una nocciolina d'impasto e ricoprite il ripieno con il lembo superiore della sfoglia.
Unite dolcemente con l'aiuto delle dita il punto d'incontro delle due sfoglie e con l'aiuto delle mani sagomate la forma del raviolo pigiando dolcemente per far uscire l'aria.
Coppate quindi con un taglia pasta dentellato i vostri ravioli.

Cuoceteli in abbondante acqua salata in ebollizione con un filo d'olio d'oliva, sino a che non verranno a galla.
La cottura è velocissima, un minuto, minuto e mezzo.

Per quanto riguarda il condimento la ricetta immagino la conosciate tutti, una  classica salsa pomodoro e basilico.

Che dire, provate, e fatemi sapere ! ;))





15 commenti :

  1. Bello fare la pasta.. Sai, anch'io la faccio con mia madre.. Nella sua cucina di solito, ed è un monento che mi riconcilia con me stessa.. È casa.. È famiglia!! I ravioloni.. Che buoni, mamma che buoni!!! Baci cara e.. Se non avró più modo.. Tanti auguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti cari auguri anche a te Luisa, ti abbraccio.

      Elimina
  2. Il fascino della pasta fresca... lo subisco anch'io. E questi ravioli dal ripieno particolare entrano di diritto nella lista dei desideri ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina cara, è fonte d'orgoglio per me avere preparato una ricetta che va a finire nella tua lista dei desideri...un bacio e Buona Pasqua.

      Elimina
  3. Le tue ricette son sempre poesie...sarebbe da dirlo a tutte... Foto e preparazione eccellenti! Come sempre i miei complimenti!
    Buona Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una serena Pasqua anche a te..e grazie. un bacione.

      Elimina
  4. Il mio Principe è qui accanto a me e mi indica questi buonissimi ravioli con tanto desiderio...proverò ad esaudire questo suo desiderio perchè lui ne esaudisce tanti miei . Ti auguro una Pasqua colma colma di dolcezza e tenerezza . ann...a.

    RispondiElimina
  5. Ciao tesoro, i tuoi capolavori rasentano la perfezione. Invogliano a provare la buona sensazione del gusto. Bellissimo quel piatto. Un bacio

    RispondiElimina
  6. che belli e mi sà anche buoni devono avere un gusto fresco e delicato da provare al più presto!!! ciao un abbraccio LAURA

    RispondiElimina
  7. ma sai che i ravioli dolci come i tuoi li fanno molto simili da noi in provincia a Giffoni Valle Piana
    la sfoglia fatta in casa è una piccola meraviglia :)
    perfetti i tuoi ravioli!

    RispondiElimina
  8. Buooooooniiiiii!!!!!!! Non ho altre parole

    RispondiElimina
  9. Cara Claudia, questi ravioli sono bellissimi. Complimenti
    Elisa

    RispondiElimina
  10. Brava Claudia. Ormai sono nell' obesità...senza speranza ma felice(*-..-*)
    <-->

    RispondiElimina
  11. in che zona della Sardegna abitava tua nonna?questa ricetta non è quella da condire col pomodoro ma quella dei ravioli dolci da friggere a carnevale!in sostanza esistono due ricette;una dolce e una salata.tu stai realizzando ravioli di ricotta dolci che andrebbero fritti e spolverizzati con lo zucchero a velo,ma li stai condendo come se fossero quelli della ricetta salata.che pasticcio!

    RispondiElimina
  12. Ma friggiti il cervello e spolverizzatelo con un poco di buon senso!

    RispondiElimina