Pain viennoise



Ma quanto è golosa questa brioche. E quanto sono felice di aver scoperto questa ricetta.
????
Un nome è solo un nome infondo ma...sapete a cosa assomiglia tanto?
Ve lo racconto.
Tempo fa, quando ancora ero piccina ero solita trascorrere le vacanze estive presso Piana degli Albanesi, ridente paesino a 20 km da Palermo, sul lago.
La casa della mia nonna stava esattamente sopra un laboratorio di pasticceria/gelateria. Immagino sia inutile dirvi che stavo lì 18 ore su 24...maglietta sporca di panna e baffetti di cioccolato, tanto per intenderci.
Ero piccola mannaggia, troppo piccola per cercare di estorcere (con le buone) la ricetta della mitica brioche per gelato alla mirabolante signora che stava dietro a tutte quelle macchine..impastatrici, gelatiere, forni..oh mamma..
Non so se oggi mi darebbe quella ricetta, ma da allora ne ho fatta tanta di strada e ho imparato una cosa importante, che spesso, anzi sempre, la semplicità degli ingredienti e la loro bontà fanno di un prodotto "povero" la più grande delle esperienze culinarie che potremmo mai fare.
Il suo nome è "Pain viennoise" ma per il nostro concetto di "pane" è assai lungi dall'essere tale.
E' più una brioche da prima colazione...una brioche che assomiglia tanto alle briochine da gelato siciliane...soffice e vaporosa e profumata e...la combinazione di grammature quasi perfetta oserei dire, se desiderate riprodurre a casa vostra la mitica briochina e fare un figurone..
E in vista della stagione estiva non immaginate quanto sia felice di passarvi questa ricetta...non prima di aver fatto scorta di gelato, ovvio.... ;)

Una ricetta estratta da "Cakes & pâtisseries salées"- Florence Edelmann, Marabout.

170 g di burro
20 g di lievito di birra
250 ml di latte fresco
500 g di farina "0"
50 g di zucchero semolato
10 g di sale
1 uovo
1 tuorlo + lo stesso peso del tuorlo di panna fresca liquida per spennellare

Tagliate il burro in piccoli pezzi e lasciatelo ammorbidire.
Fate sciogliere il lievito nel latte appena tiepido (18-19°C)
Setacciate la farina nella ciotola dell'impastatrice, montate la foglia, e aggiungetevi  lo zucchero e il sale; azionate la macchina e incominciate ad unire l'uovo quindi poco per volta il latte con il lievito.
Fate lavorare almeno 5 minuti, quindi quando l'impasto comincerà a staccarsi dai bordi della ciotola iniziate ad incorporare il burro a piccoli pezzi per volta.
Sostituite il gancio alla foglia e fate incordare bene.
L'impasto risulterà ben liscio, omogeneo e lucido.
Prendete l'impasto mettetelo in una terrina e coprite con un canovaccio; fate lievitare in forno lucina accesa per 1h e 30 minuti.
Trascorso questo tempo, lavorate appena l'impasto sul piano da lavoro leggermente infarinato e formate i pani o delle piccole palline di 30 g l'una se desiderate fare le briochine.
Posizionate il prodotto su una teglia leggermente unta con poco olio.
Coprite nuovamente e lasciate lievitare un'altra ora e 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 200°C.
Spennellate la superficie dei pani o delle brioche con il tuorlo sbattuto insieme alla panna, fate cuocere per 15 minuti.





30 commenti :

  1. annoto subito la ricetta: quando mi fai sognare il passo è immediato!

    RispondiElimina
  2. che meraviglia..sono perfetti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffy sono sofficiosissimi!! Provali! ;)

      Elimina
  3. no, ma è MERAVIGLIOSA. entra di diritto nella collezione di 3849928 pani che ho intenzione di fare quest'anno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma ma quanti ne hai...in bocca al lupo ;)

      Elimina
  4. che buonaaaa..è da fare appena possibile!! se faccio un'altra formatura va bene uguale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, devi! anche del semplici briochine rotonde saranno perfette!

      Elimina
  5. Oh mamma...e adesso come faccio a placare la voglia di mangiarli???? Meravigliosi e sicuramente da provare...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente sai come placarla...;)Falli!

      Elimina
  6. Quello che ci vuole per riprendersi da un esame andato così così...inizio a farli subito, speriamo escano! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Linda! voglio sapere come va!! =)

      Elimina
    2. Semplicemente perfette...non vedo l'ora di comprare il libro!!! :D

      Elimina
  7. ciao Claudia meravigliosa questa brioche e si vede dalle tue belle foto che è sofficissima. complimenti
    antonella (cioccomela.blogspot.it)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, provala per colazione, rimarrai dolcemente stupita ;)

      Elimina
  8. Ma che bello! A proposito, mi puoi dire il nome del font che hai usato sulle foto che mi piace tanto? Grazieee...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, il nome del font è "the only exception"...:*

      Elimina
    2. Sai che mi ero dimenticata di controllare la risposta! Adesso mi sono ricordata e sono venuta a controllare..Grazie!!! Vado a cercate il font!

      Elimina
  9. Prima di tutto complimenti per il blog è davvero molto bello e poi per queste brioche MITICHE! mi ricordano le colazioni delle mie vacanze siciliane...

    RispondiElimina
  10. Ciao Claudia, ho visitato con piacere il tuo blog, è davvero interessante: unisci tante volte la poesia al cibo.
    Beh io ho unito anche l'applicazione per i tuoi bellissimi "pirojki". Sono venuti magnifici, proprio come rende la foto! Che dire... grazie mille e complimenti!!! Buon w e Rosa

    RispondiElimina
  11. Quando si parla di brioche non riesco a mantenere un'aria indifferente. Se poi sono così come le hai descritte tu diventano poesia e non rimane altro che sperare di incontrarne uno. Un bacio.

    RispondiElimina
  12. uh, che fame ragazza! ora è tardi e non si può più, ma fossero le due del pomeriggio credo che mi ci metterei perchè le foto fanno proprio gola!

    RispondiElimina
  13. Beautiful bread, Claudia! Lovely images ;-)

    RispondiElimina
  14. wow, con i lieviti ci sai fare neh? Ma se io volessi renderla ancora più goduriosa, e fare un pain viennoise au chocolat, le gocce di cioccolato le devo inserire sin da subito? Thanks

    RispondiElimina
  15. quella fetta con burro salato e confettura di fichi è una tentazione a cui è davvero difficile resistere!!!
    io ho una ricetta ormai collaudata di "brioche col tuppo", che noi usiamo per colazione ma che sarebbero quello da gelato, ora voglio provare anche la tua!

    RispondiElimina
  16. Ciao, passo per invitarti al mio nuovo contest sulla cucina al microonde!

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.it/2012/05/contest-cucina-al-microonde-con-lekue.html

    Buona serata!
    Cristina

    RispondiElimina
  17. Hai un blog stupendo!! Le foto che fai sono bellissime, provero' sicuramente qualche tua ricetta.
    Mi sono aggiunta ai tuoi followers!


    Kiss

    RispondiElimina
  18. Questo blog è fatto veramente ben.
    Complimenti! passerò spesso a leggere le tue gustose ricette, visto che mi sono aggiunta come follower.
    Se ti va, passa da me e iscriviti tra i miei followers.
    Ciao

    http://lacucinacomepiaceame.blogspot.it/

    RispondiElimina
  19. Sei bravissima complimenti...Comunque "tutto questo blogging" non fa male, al massimo fa mettere su qualche kilo, ma si può evitare anche quello con il giusto regime ed un pò di palestra ^_^ Tua mamma avrà cambiato idea da tempo ... ^_^ A presto

    RispondiElimina
  20. sai che poi li ho preparati? fra qualche giorno li pubblico e ne approfitto per fare un pò di pubblicità al tuo bel libricino :)
    ti adoro!!!

    RispondiElimina