Cavoletti di Bruxelles

Cavoletti di Bruxelles al gratin con speck

26/01/13 11:23



S'avevano da fare. Da grande amante delle brassicacee (broccoli, cavolfiori, cavolini, cavoli, etc..) non potevo esimermi dal gustarmi questi deliziosi bocconcini prelibati.
Quelli che noi gustiamo sono, in realtà, i germogli del cavolo di Bruxelles e sembrano avere inoltre un'origine tutta italiana, importata, in Belgio, dai legionari romani.
Il modo più classico di prepararli è al gratin, come quello che vedete in foto. 
Al tatto sono duri e presentano un colore verde brillante. 
Prima di utilizzarli, dovete eliminare il torsolo che vedete alla base e privarli delle foglie più esterne (sono circa 3).
Io ho scelto una pre-cottura al vapore di circa 10-12 minuti poi li ho brevemente saltati in padella con un filo d'olio e lo speck, tagliato a fiammifero, ho sfumato con poco vino bianco.
Quindi li ho disposti in una pirofila da forno, e li ho semi coperti con delle cucchiaiate di salsa besciamella (ricetta, ma tanto avrete certamente la vostra, qui)
Ho completato il tutto con una spolverata di pepe,sale e una manciata di grana padano grattugiato.
Infornate a 210°C, funzione grill, per 10 minuti circa.






Può piacervi anche

6 commenti

  1. Li ho fatti così anche io qualche settimana fa, hai visto che buoni??
    Buon weekend!

    RispondiElimina
  2. Mangio questa verdura da poco, ho sempre bisogno di ricette nuove! :)

    RispondiElimina
  3. Appena li trovo li faccio anche io!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  4. Li apprezzo da poco ma li sto mangiando continuamente in versione saltata in padella, zuppa e insalata! Ottima questa ricetta! ;-)

    RispondiElimina
  5. Li ho mangiati stasra e i prossimi li fatrò così!
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina