Cottura a vapore

Filetto di sogliola al vapore con crema di chiodini e purea di patate allo zafferano

02/02/13 13:54


Vi propongo oggi un secondo piatto di pesce gustoso e delicato.
Si tratta dei filetti di sogliola cotti al vapore attraverso un'acqua aromatizzata con vino bianco, pepe nero in grani e alloro.
Ho scelto di realizzare una salsa di funghi chiodini da disporre a specchio nel piatto per completare con qualche chiodino lasciato intero e una crema di patate allo zafferano.

Per 2 persone vi occorrono

4 sogliole
3 patate grandi
200 g di funghi chiodini
qualche foglia di alloro
grani di pepe nero
1 bustina di zafferano
vino bianco q.b
30 g di burro
1 bicchiere di latte fresco
1 scalogno
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Cominciate a far bollire le patate partendo da acqua fredda, dall'ebollizione 40 minuti circa, dipende sempre dalle dimensioni delle patate.
Sfilettate le sogliole e ricavate i filetti, praticate una piccola incisione alla base della coda, quindi "spellatele" letteralmente da ambedue le parti.
Eliminate la testa, quindi cominciando a tagliare dalla lisca ricavate i filetti sia da una parte che dall'altra.
Preparate l'acqua con le foglie d'alloro, il pepe in gran e il vino bianco e disponetevi sopra per la cottura i filetti leggermente oliati e pepati (la cottura sarà brevissima, ad ogni modo non mi sento di darvi dei tempi, prestate molta attenzione alla cottura dei filetti)
Nel frattempo affettate finemente lo scalogno, fatelo stufare con un filo d'olio e qualche cucchiaiata d'acqua calda o brodo vegetale.
Versate quindi i i funghi chiodini e lasciate cuocere a fiamma medio-alta per qualche minuto, quindi salate.
A questo punto prelevate una parte di funghi, aggiungete qualche cucchiaio di latte e frullate tutto con il minipimer.
Quando le patate saranno cotte passatele con il passapatate e fatele cuocere in una casseruola dai bordi alti nella quale avrete fatto sciogliere il burro.
Unite le patate, il latte e lo zafferano e mescolate il tutto energicamente sino a che non avrà raggiunto una bella consistenza liscia e omogenea, correggete di sale.
Disponete sul fondo del piatto la salsa ai chiodini, quindi adagiate sopra i filetti di sogliola cotti a vapore e disponete qua e la qualche funghetto integro.
Completate il piatto con delle quenelles di crema di patate allo zafferano e un giro d'olio.




Può piacervi anche

7 commenti

  1. La sogliola è molto delicata.. Ha bisogno di essere arricchita con gusti intensi ma non troppo invadenti che ne coprirebbero del tutto il suo.. Questi abbinamenti sono strepitosi!! Brava

    RispondiElimina
  2. posso entrare in questo meraviglioso blog? Lo faccio adagio adagio, sei bravissima leggo i tuoi post spesso ma ancor di più ammiro con un poco di invidia le tue foto, complimenti, deliziosa la ricetta e la presentazione del piatto , ciao e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  3. Ciao! una idea diversa per questo pesce che non sappiamo mai come servire!
    Gustoso e ricco questo piatto!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. Che buona questa ricettina, poi è molto chic.
    La musica del tuo blog mi rilassa sempre, è un piacere cliccarti ;)

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  5. Complimenti, hai un bellissimo blog e ricette molto raffinate, ti seguirò con un pizzico di invidia sia per le ricette che per le foto che fai, anch'io ci sto provando ma con scarsa approvazione. Spero che questa mia piccola crisalide possa diventare una piccola farfalla. Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, benvenuta...scarsa approvazione non direi..ho fatto un giro sul tuo blog e non mi sembra così..si tratta di acquistare fiducia..se hai deciso di cominciare la passione di certo non ti manca. La ricetta dell'arista al latte mi ispira..te la prenderò in prestito..grazie per la visita!

      Elimina
  6. Questo blog è bellissimo... come le foto... mi ha subito colpita ed attratta! Sono dei vostri, amore a prima vista... piano piano conoscerò meglio il bistrot... ma già mi piace!!! Passa a trovarci se ti va!!! http://acasaconestro.blogspot.it/

    RispondiElimina