Cavolfiore

Galletta carlofortina con zuppa di piselli e cavolfiore scottato al cumino

27/02/13 12:27



Per gli amanti : delle zuppe cremose, del croccante, e del sodalizio tra sapori delicati e decisi...mi sa che è proprio vero che gli opposti si attraggono..




Per 20 gallette (da una ricetta di Luigi Pomata, con mia variazione)

500 g di farina "00", io farina biologica Arifa
3,5 dl di acqua
10 g di lievito di birra fresco
2  prese di sale
( peperoncino secco q.b. o semi di finocchio selvatico)

Per la zuppa di piselli

Ingredienti per 4 persone

300 g di piselli sgranati o surgelati
600 g di acqua
1/4 di cespo di verza
20 g di olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di amido di riso
2 cucchiaini di sale fino
q.b di pepe e noce moscata

1/2 cavolfiore
q.b di cumino
sale
olio extravergine d'oliva

Cominciate preparando le gallette, lavorando su una spianatoia la farina con l'acqua appena tiepida nella quale avrete precedentemente sciolto il lievito di birra, lavorate l'impasto sino a che non sarà ben incordato, liscio, omogeneo e non sia attaccherà più alle dita.
Lavorate per 10-15 minuti. (ovviamente potete usare l'impastatrice se l'avete), unite per ultimo il sale (dopo che l'impasto avrà incordato).
Trasferite l'impasto in una ciotola infarinata coperta con un telo umido in un ambiente tiepido (30°C) o dentro forno con lucina accesa e fate riposare 30 minuti circa.
Trascorso questo tempo, riprendete l'impasto e formate delle palline, ne verranno circa 20 da 80 g l'una, e stendetele sottilmente con l'aiuto del mattarello, adagiatele su una teglia ricoperta di carta da forno e bucherellatele con i rebbi di una forchetta.
Profumate con il peperoncino secco, privato dei semi, o con i semi di finocchio selvatico.
Fate riposare altri 20 minuti sempre coprendo con un telo umido, quindi fate cuocere in forno preriscaldato a 220°C per 30 minuti.
Nel momento in cui le sfornerete dovranno essere secche e asciutte.

Per la zuppa di piselli procedete il questo modo:
Io ho usato la verza per fare un soffrittino, in casa non c'era nè cipollotto fresco nè scalogno..grrrr.
Ad ogni modo usate quel che vi piace..unite i piselli con l'acqua e fate cuocere a fiamma bassa sino a cottura dei piselli.
Insaporite con pepe, i due cucchiaini di sale, la noce moscata, quindi unite anche la maizena.
A cottura ultimata frullate tutto con il frullatore ad immersione.

I cavolfiori sono stati sbollentati in abbondante acqua in ebollizione salata per circa 10-15 minuti.
Dopo di che sono stati scottati in padella con un filo d'olio e una spolverata di cumino.

Se vi va di curiosare su quale altro modo gustare queste meravigliose gallette, fate un salto qui , a presto!




Può piacervi anche

6 commenti

  1. molto invitanti sia le gallette che la zuppa...peccato che io debba mangiare tutto senza sale, passino le gallette, ma la zuppa sciapa non ce la posso fare!
    cmq ottimo piattino invernale...è sempre un piacere vedere le tue meravigliose foto!

    RispondiElimina
  2. Che foto meravigliose, ottima anche la proposta che hai fatto

    RispondiElimina
  3. adoro adoro adoro questa zuppa! <3

    RispondiElimina
  4. Fantastica la ricetta e meravigliose le foto! Complimenti!

    RispondiElimina
  5. ooohhh ma che delizia! che bellissimo, fantastico, superlativo gioco di colori, contrasti e sapori! wow!

    RispondiElimina