Crema di burro al tartufo nero

"Tartufo e toast per due"

08/02/13 14:52


Che vogliate leggerla in chiave romantica o che vogliate vedere la ricetta "doppia" come in realtà essa è, e come vi spiegherò a breve, siete sulla giusta strada.
Piatto semplice ma ricco, dai profumi che inebriano e coccolano gli amanti che si accingono a condividere il piatto.
Tartufo, al quadrato.
Il toast, o per essere più chic, il croque monsieur  è stato fatto dorare in padella in un fondo leggero di crema di burro al tartufo nero (Beppino Occelli) in modo da far assorbire al pane gli odori e soprattutto il sapore del tartufo che, colorandosi, si fa caldo e croccante.
Il pomodorino (sebbene non sia di stagione) si presta ad hoc per questa preparazione, perché candito.
Tagliate i pomodorini a metà e disponeteli, con la parte della buccia verso l'alto, in una teglia ricoperta da un foglio di carta da forno.
Preparate un emulsione con olio, origano, sale e pepe e irrorate i pomodorini. 
Spolverateli per finire con una manciata di zucchero e fateli candire in forno a 160°c per un'ora circa.
Lavate accuratamente le foglie di lattughino e conditele con un emulsione di olio limone e sale (2 cucchiai d'olio, uno di limone) e mettete da parte.
Inutile dirvi che il pane sarà l'ultima cosa ad essere preparata, perchè dovrà rimanere ben caldo e croccante.
Assemblate i croque monsieur disponendo sul fondo del pane i pomodorini canditi, sui quali andrete a spolverare qualche fiocco di sale grosso, quindi adagiatevi sopra qualche foglia di lattughino condito.

L'altra ricetta precede invece la cottura di due uova in cocotte a bagno maria.
Le uova dovranno essere freschissime.
Preriscaldate il forno a 160°C.
Apritele e disponetele sul fondo della cocotte e irroratele con una salsina che preparerete con 4 cucchiai di latte un cucchiaio di crème fraiche un filo d'olio extravergine d'oliva, sale e pepe.
Disponete seguendo una linea trasversale la crema di tartufo nero estivo (Tartuflanghe).
Disponete la cocotte all'interno di una teglia da forno. 
Versate quindi l'acqua sino ad arrivare a 2/3 dell'altezza della cocotte.
Fate cuocere a 160°C per 20 minuti circa.

Nel frattempo fate insaporire i funghi (un misto gustoso di bosco) in un giro d'olio d'oliva in padella.
Fate cuocere 2-3 minuti sino a che saranno morbidi (ma non troppo).
A cottura ultimata delle uova, disponete lungo la striscia trasversale di crema al tartufo i fughi, quindi, del prosciutto spagnolo Serrano fatto incroccantire in padella, che andrete a sbriciolare sopra.

Non mi intendo di abbinamenti vino/birra cibo ma credo che con la Guinness sia la morte loro.

Servite caldo e...alla vostra metà ;) Baci!






Può piacervi anche

6 commenti

  1. Che particolari entrambe le tue proposte! poi dove c'è tartufo...ottimo modo nuovo per gustarlo!
    un bacione

    RispondiElimina
  2. qui ci trattiamo alla grande, bene, prendo spunto, a presto

    RispondiElimina
  3. Adoro le uova, adoro il tartufo, non mi dispiace il toast...
    Che dire? proposta approvata in pieno!
    Elli

    RispondiElimina
  4. io amo il tartufo.. questa ricetta è veramente splendida, mi piacciono i modi particolari di gustare i sapori tradizionali :) hai un blog semplicemente favoloso! ti seguo

    RispondiElimina
  5. E' uno di quei piatti che rientra nella mia top five...anche se al tartufo mai provato: il mio uomo, un bel toast e un bicchiere di vino...romantico o no sarebbe perfetto! Cri

    RispondiElimina
  6. Cara Claudia,
    molto invitante per caso mi mancano solo due ingredienti ma in settimana provero' questa delizia......
    ti segnalo un blog di caro amico chef http://lacucinadigiampaolo.blogspot.it/
    un abbraccio
    Ale

    RispondiElimina