Farina di grano saraceno

Toast al grano saraceno e semi di lino

02/04/13 12:39


Di sole e temperature miti ancora nulla. Pioggia domenica, lunedì, oggi vento e nuvole nere...troppo tardi è iniziato l'inverno quest'anno e ora cerca di rifarsi su Aprile...almeno, questa è la mia teoria..
Nonostante ciò, impellente è il desiderio di proporre (e gustare) soluzioni semplici, gustose, colorate e formato pic-nic..

Questo pane in cassetta è ottimo in qualsiasi momento della giornata. Ma la mia soluzione preferita è la colazione..con quel profumino di pane tostato che vien fuori dal tostapane..il burro che si scioglie sopra..e una confettura golosa, la vostra preferita...
Ho imparato ad utilizzare e apprezzare i semi di lino che negli impasti di pane mi pare ci stiano a meraviglia..quindi voglio proporveli in abbinamento alla farina di grano saraceno.
Posso consigliarvi caldamente di provarlo? :)

240 g di acqua
30 g di zucchero di canna grezzo tipo Cassonade
30 g di buon burro
5 g di lievito di birra disidratato (o su suggerimento di Roberta, 150 g di lievito madre + 8 ore di lievitazione)
450 g di farina "0"
50 g di farina di grano saraceno
1 cucchiaino raso di sale
1 pugnetto di semi di lino, 25-30 g

Confettura di lamponi

Fate sciogliere nell'acqua il lievito, lo zucchero e il burro.
Versate nella ciotola della planetaria le farine setacciate e cominciate ad incorporare poco a poco i liquidi.
Fate lavorare sino a che l'impasto sarà ben incordato.
Unite infine il sale e i semi di lino.
Trasferite il composto in una ciotola grande e coprite con un telo di lino. Fate lievitare per 1/2 ora 1 ora nel forno, lucina accesa.
Trascorso questo tempo, riprendete l'impasto dividetelo in 4 palle e posizionatele in uno stampo da plum-cake leggermente oliato.
Lasciate lievitare ancora 1/2 ora.
Preriscaldate il forno a 180°C. Trascorsa la mezz'ora pennellate la superficie del pane con del latte fresco.
Infornate per circa 30 minuti.
Fate raffreddare bene prima di sformarlo e affettarlo.






Può piacervi anche

14 commenti

  1. Mamma mia che buoni.. :)
    un idea stupenda!! :)
    Buonissimi questi toast!!
    Un Saluto

    RispondiElimina
  2. Ti seguo da qualche tempo. Non ricordo neanche come ti ho trovata. Il tuo blog mi piace. Mi piacerebbe potere realizzare questo pane sostituendo al lievito di birra al lievito madre (sono intollerante). Da qualche anno ho realizzato il lievito madre seguendo i consigli di Sara Papa e mi faccio il pane in casa. Quanto lievito mi consiglieresti di usare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimma, grazie per la tua visita. Purtroppo non so rispondere alla tua domanda, non panifico spesso e il lievito madre l'ho utilizzato solo poche volte in cucina. Non è qualcosa che riesco a governare. Non vorrei dire stupidaggini quindi non ti consiglio nulla, l'unica cosa che so è che con dosi così piccole di farina magari non te ne serve tanto..forse 30 g...non so..poi credo che anche i tempi di lievitazione a quel punto cambino..prova e poi fammi sapere, così, a seconda di che viene, aggiungiamo l'alternativa del lievito madre alla ricetta!

      Elimina
  3. Complimenti: é tutto molto bello in questo blog!
    Chiedo: qual é la quantità di semi di lino che va inserita nell impasto? Grazie, é un piacere capitare qui. Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, grazie e benvenuta! Di semi di lino ne ho messi un pugnetto, ho dimenticato di scriverlo, ora lo aggiungo. Saranno circa 25-30 g..

      Elimina
  4. ecco, ho appunto comprato la farina di semi di lino, pensando di combinarci qualche buon biscotto perchè i semi nudi e puri nello yogurt non mi vanno proprio giù! :) Questo toast ha un unico inconveniente... ne mangi una fetta, poi una seconda, una terza ed una quarta.. insomma spolveri mezza pagnotta con buona pace delle calorie e della dieta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordissimo. E' vero, confermo. Una fette tira l'altra, specie se tostate..ma di buono c'è che non sono eccessivamente caloriche e costituiscono una buona fonte di proteine..

      Elimina
    2. massì... :) è quello che mi ripeto quando finisco un intero pacco di biscotti biologici, magari al farro e carruba... :) la bilancia non è d'accordo però! :)
      E' MERAVIGLIOSO IL SOTTOFONDO MUSICALE! solitamente lo odio... ma questo è assolutamente soft e coinvolgente ;) complimentoni anche per quello.

      Elimina
  5. Bellissimi questi toast e sicuramente buonissimi..

    Not Only Sugar

    RispondiElimina
  6. Sono rimasta incantata dalle tue fotografie. MERAVIGLIOSE!
    È sempre un piacere passare sul tuo blog cara... <3

    Un abbraccio

    Noemi

    RispondiElimina
  7. Direi di sì, lo provo il prima possibile! Un bacio Fede

    RispondiElimina
  8. Io ho usato il grano saraceno solo una volta, per delle crèpes... e non era stato un gran successo. Ma avrò combinato qualche pasticcio, perché questa tua ricetta sembra davvero una meraviglia!
    baci
    Elli

    RispondiElimina
  9. ciao Claudia! lascia che cominci dicendoti che per me è diventata una abitudine sfogliare il tuo blog che è nei miei segnalibri!!!!!! trovo spesso delle ideucce da scopiazzarti!!!!! tranquilla non ho un blog! poi se mi permetti vorrei rispondere a Mimma che chiedeva la dose di lievito madre. ecco siccome io panifico spesso e solo con il mio lievito madre mi sento di consigliarle la dose di 100 grammi di lievito purchè sia molto attivo e appena rinfrescato!!!!!! grazie e un salutone!!!

    RispondiElimina
  10. Ebbene si, l'ho fatto con 150 g di lievito madre ed 8 ore di lievitazione. Una meraviglia! Per non parlare dei semini di lino che scricchiolano sotto i denti. Non abbiamo resistito e lo abbiamo mangiato questa sera, ancora tiepido condito con formaggio e pomodoro. Domattina lo mangeremo a colazione con burro e marmellata di arance fatta in casa. Grazie a Roberta per i suoi consigli. Alla prossima.

    RispondiElimina