Christophe Felder

Macarons (a Christophe Felder's recipe)

25/11/13 14:20


.. una impeccabile ricetta di Cristophe Felder mi verrebbe quasi da dire.
Ecco può incutere terrore ma, se non avete mai fatto i macarons questa è la ricetta, anzi, la prima ricetta con cui dovreste iniziare a lavorare su tutte le sperimentazioni del caso.
Seguite alla lettera dosi e ingredienti e il risultato sarà garantito.

Lo so che la lista di precauzioni da tenere quando ci si appresta a prepararli è a dir poco lunga, e che sul web si trovano numerosi articoli assolutamente interessanti sul come dove e quando..ecco leggeteli tutti.
Io non sono qui per elogiarmi ma solo per testimoniare che con passione, amore e perseveranza si arriva ovunque, spesso, anche a toccare il cuore della gente.
Le vostre parole, i vostri commenti ne sono la prova.
Ci tengo a ringraziare chi ha saputo capire il silenzio di questi ultimi giorni.
Ne ho sentite e lette tante e poi alla fine arrivi a capire il giro strano che a volte compie la vita.
Ci voleva il primo ciclone tropicale in Italia per dare via gli ultimi panni del mio papà.
Li abbiamo mandati lì, li abbiamo donati a chi, disperato, non aveva quasi più nulla da perdere.
Io avevo gli ultimi pantaloni, gli ultimi maglioni, le ultime calze e le scarpe di mio papà. Ho compiuto per l'ultima volta nella vita, il tenero gesto di respirarli, prima di impacchettarli con cura.
Sono certa che anche lui lo avrebbe voluto.
Ad ogni modo.. Questi sono per voi, che in questi giorni mi avete ricoperta di gesti semplici, affettuosi e comprensivi.
Un abbraccio!

Dosi per 40 macarons

185 g di farina di mandorle finissima
185 g di zucchero a velo
30 g di cacao amaro
150 g di albumi vecchi di almeno un giorno non freddi
50 ml d'acqua
200 g di zucchero semolato

Passate al mixer la farina di mandorle insieme allo zucchero sino ad ottenere una polvere finissima. Setacciatela più volte se necessario.
Dovete unire poco a poco la farina+zucchero a velo + cacao amaro in 75 g di albume d'uovo sino ad ottenere una massa ben spatolata.
A parte in un pentolino con l'acqua e lo zucchero realizzate lo sciroppo di zucchero arrivando alla temperatura di 108-109°C.
Nel frattempo cominciate a montare con le fruste elettriche (o con la planetaria) l'altra parte di albume rimasta.
Quando lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura, colatelo a filo sull'albume già ben montato abbassando anche la velocità, per poi aumentarla nuovamente dopo aver incorporato tutto lo sciroppo.
Incominciate a incorporare la meringa così fatta poco a poco nel composto di farina messo precedentemente da parte, cercando di far smontare il composto che dovrà ricadere come un nastro non troppo pesante, ma nemmeno eccessivamente liquido. Seguite sempre un movimento circolare e delicato.
Riempite una sacca da pasticceria e distribuite il composto su una teglia rivestita di carta siliconata.
Lasciate fare il "croutage" per 1 ora e fate cuocere in forno preriscaldato a 160°C per circa 15-13 minuti.




Può piacervi anche

17 commenti

  1. che belliiiiiiiiiii !!! mai fatti fin'ora ma mi hai convinta... :-)
    però... gli albumi vecchi di almeno un giorno???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è che non siano stati appena "rilasciati" :) se trovi uova biologiche sai come regolarti..in caso contrario solitamente quelle che trovi nei super non sono quasi mai freschissime..quindi andresti sul sicuro..;)

      Elimina
  2. ah ok, allova vado sul sicuro... ;-)
    grazie!!

    RispondiElimina
  3. un abbraccio.
    questi macaron sono perfetti. :-)

    RispondiElimina
  4. quando finiranno di interrogarmi ogni giorno li proverò, giuro, a costo di lasciarci 20 infornate fallite io riuscirò a farli :) un bacio cara, a presto.
    Buona serata, Silvia

    RispondiElimina
  5. Perfetti: i tuoi Macarons sono semplicemente e meravigliosamente perfetti!

    RispondiElimina
  6. Ti abbraccio, per quello che puo' servire...

    RispondiElimina
  7. Bellissimo post, che mi ha toccato il cuore... un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  8. Chiarissima, e meno complicato di quanto pensassi, provati una sola volta e riusciti , ma , si sa, la fortun del principiante.

    Proverò nuovamente con Felder. ;)

    RispondiElimina
  9. Wow che meraviglia, complimenti! :)

    RispondiElimina
  10. Grazie per questo post, hai descritto benissimo l'amore di un distacco. Ti capisco e ti mando un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. wow!!! sono perfetti!!! allora, io non li ho mai fatti...li provo!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Le tue parole parlano di un dolore che ho vissuto anche io qualche anno fa, quindi non aggiungo altro se non un abbraccio.
    I tuoi macarons invece sono perfetti, ormai sei diventata uno dei miei punti saldi in questo mare di ricette che è la rete.
    un bacione

    RispondiElimina
  13. Sono spettacolari! e chissà che buoniii :-)

    RispondiElimina
  14. Mi ero persa questo post.Per fortuna, per un caso strano l'ho letto. Mi hai commosso.

    RispondiElimina