Dolci

Le paste genovesi

10/12/13 18:35


Ricetta che fu di nonna, che fu di bisnonno, pasticcere, ci aggiungo con una decisa punta d'orgoglio.
Cosa rappresentano questi deliziosi dolcetti per me? La perfezione, la semplicità, il ricordo di sapori antichi e sempre buoni, genuini.

Non mi cimenterei in nessun altra variante se non la sua, quella di nonna, buone. Sì, m'imbrodo un po', ma in fondo non credo di far male...i sentimenti positivi non possono che far bene..il primo Natale senza nonna dopo 31 anni....ecco questi, hanno profumo di nonna, di buono, hanno quel "qualcosa" per il quale nessun altro dolce può niente. 
Mi piace immaginare che questo Natale sarai col tuo papà a impastare manicaretti nonna..questi sono per te.

Per 30 paste genovesi

Per la crema

1 lt di latte intero, fresco
300 g di zucchero semolato
100 g di maizena
6 tuorli d'uovo
120 g di gocce di cioccolato fondente

Per la pasta

800 g di farina
200 g di zucchero semolato
200 g di strutto morbido
2 tuorli d'uovo
qualche cucchiaio di latte

Preparate dapprima la crema, si tratta di una crema ben soda adatta alla preparazioni dolciarie da forno.
Mettete a scaldare il latte, montate con le fruste i tuorli con lo zucchero, unite la maizena.
Stemperate con un poco di latte caldo in modo da raccogliere bene il composto di uova sbattute e rimettete tutto sul fuoco, mescolando continuamente sino a che la crema non si sarà completamente rassodata.
Disponete la crema ottenuta su una pirofila e stendetela bene in modo da farla raffreddare quanto prima possibile.
Quando sarà ben fredda, incorporate le gocce di cioccolato. 

Preparate quindi la pasta lavorando tutti gli ingredienti  con le mani su di una spianatoia ben pulita aggiungendo poco latte alla volta qualora doveste averne bisogno per facilitarvi nell'impastare.

Stendete l'impasto ad uno spessore di 1/2 cm scarso, in realtà è un biscottone vero e proprio ma regolatevi da voi, considerando il fatto che sopra dovrete disporre un altro cappellino di pasta.
Coppate la base con un tagliapasta di 9-10 cm di diametro, disponete al centro un cucchiaino di crema, bello generoso, e ricoprite con un altro disco di pasta. 
Infornate in forno già caldo a 180°C per circa 35-40 minuti.
Spolverate con zucchero a velo e servite.



Può piacervi anche

9 commenti

  1. Posso usare il burro? Non vado d'accordo con lo strutto Ciao!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. che belle queste paste genovesi, se poi sono di nonna e bisnonna anche pasticciere non si può non farle, mi hai convinta a prepararle anche io ci provo e ti faccio sapere, buona serata

    RispondiElimina
  3. I dolci semplici e della tradizione sono i migliori in assoluto. Bravissima...
    Claudia

    RispondiElimina
  4. Questo post mi ha fatto scendere una lacrimuccia...anche questo per me sarà il primo Natale senza la mia nonna, ma sicuramente farò anche io qualche sua ricetta per ricordarla così, a modo mio.

    RispondiElimina
  5. deliziose!!
    Auguri e buona continuazione.
    Inco

    RispondiElimina