Pasta con le sarde

Pasta con le sarde (Pasta chî sarde)

18/03/14 11:24


La pasta con le sarde…no, non sto in fissa con la Sicilia, no macchè… è che mi sono accorta di non avervi mai proposto qui sul bistrot una delle ricette cardine della tradizione palermitana in fatto di pasta.
La ricetta è ovviamente quella che era sempre solita fare mia nonna, che ora fa mia mamma e che ora io passo con tutto il cuore a voi!

Ingredienti fondamentali per la buona riuscita del piatto sono:

300 g di bucatini o ziti tagliati
Finocchietto selvatico 2 bei ciuffi
Sarde freschissime 500 g
Delle buone acciughe sotto sale (1-2)
1 cipolla dorata
300 g di un buon pomodoro pelato
Una manciata di pinoli
Una manciata di uva sultanina
Olio extravergine d’oliva
Sale q.b

Per il pane turrato (tostato)

1 spicchio d’aglio
Olio extravergine
Sale q.b
Pane grattugiato di buona qualità

Affettate finemente la cipolla e fatela dorare in padella con un filo d’olio extravergine e l’acciuga ben lavata e dissalata, fate sciogliere il tutto.
Unite a questo punto le sarde a pezzetti, ben lavate e private della lisca. Nel frattempo mettete a bollire in pentola il finocchietto.
Unite il pomodoro pelato alle sarde schiacciandolo con le mani o passandolo col passaverdura direttamente sulla padella, quindi correggete di sale con attenzione e unite il finocchietto l’uvetta e i pinoli.
Fate cuocere, lasciate che la salsa si ritiri un poco diventando densa.
Preparate il pane turrato, mettete in padella un spicchio d’aglio schiacciato e un filo d’olio d’oliva.
Fate scaldare quindi unite il pangrattato e mescolate con cura, attendendo che questo diventi profumato e ben dorato. Aggiungete qui  anche un pizzico di sale.
Fate cuocere i bucatini o gli ziti in abbondante acqua in ebollizione salata e fate loro quindi completare la cottura nella salsa di sarde.

Servite nelle fondine con abbondante spolverata di pane turrato.


Può piacervi anche

4 commenti

  1. Amore puro per questa pasta buonissima e che subito evoca la Sicilia, il mare, il sole, la natura, le isole, una cucina spettacolare, i paesini arroccati, i costumi tipici, le distese di limoni e potrei continuare a lungo perchè anche io sono in fissa con la Sicilia!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. questa non può non piacere.. non può.. è proibito.
    meravigliosa è dir poco..
    brava

    RispondiElimina
  4. Ne farò un tesoro della ricetta della nonna.
    Grazie. Edoardo

    RispondiElimina