Piccola pasticceria

Trancetti di pasta sfoglia alla panna con frutti di bosco e fragole

29/04/14 17:20



Vediamo un po'..ci sarebbero infiniti modi per introdurre in un post di cucina un prodotto come questo.
La pasta sfoglia alla panna. Per me, golosa più di qualunque bombolone o altra diavoleria fritta messa insieme.
La ricetta è perfetta, profumata, fragrante, come dico sempre, quando si tratta di Luca Montersino, manco a dirlo. Cioè  mi sembra di essere ripetitiva  ma altro non si può dire! 
Sono solo felice di poter condividere con voi questi prodotti che riescono a farmi sentire speciale ogni volta che li preparo a casa.
Io ho messo frutti rossi, lamponi, fragole, mirtilli e more, una nocciolina di burro, vergeoise blonde o un cassonade e fatto appassire tutto in padella, ma ovviamente anche pere, o mele o perché no anche il salato..d'altra parte è lei la regina, la pasta sfoglia alla panna.

Ricetta tratta dal libro "Le mie torte salate" di Luca Montersino edito da Food editore

500 g di farina w 180
175 g d'acqua
5 g di sale
15 g di aceto di vino bianco
125 g di panna fresca al 35% di materia grassa
50 g di burro nocciola
300 g di burro

In una ciotola unite il sale, l'aceto, la panna, l'acqua e il burro nocciola e unite questa miscela poco a poco alla farina che avrete disposto a fontana su di un piano da lavoro ben pulito.
Impastate brevemente il tutto in modo da creare una palla liscia e omogenea e lasciate riposare per 30 minuti.
Stendete quindi il pastello e incassate il burro (sostanzialmente comportatevi come quando lavorate per i croissants). Ricordate che il burro dovrà avere la stessa temperatura del pastello.
Fate la prima piega da tre quindi procedete col primo riposo in frigorifero per circa un'ora, quindi riprendete l'impasto e procedete con la seconda e ultima piega da tre, lasciate riposare per 40 minuti in frigorifero.
Procedete infine con una piega da quattro (riposo in frigo di 40') e eseguite quindi l'ultima piega da tre.

*ogni volta che eseguite il riposo tra una piega e l'altra in frigorifero, ricoprite l'impasto con la pellicola.
Una volta ottenuta la sfoglia, lasciate in frigorifero a riposo almeno un'ora prima di utilizzarla.




Può piacervi anche

14 commenti

  1. Che bontà questi dolcetti! Bellissime anche lo fotografie...un abbraccio! Claudia
    http://lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia! un abbraccio anche a te! ;-)

      Elimina
  2. Oddio questi trancetti sono spettacolari!!! Ma poi che fotooooo!!! Bravissima :-)

    RispondiElimina
  3. fantastiche queste foto,me le passi vorrei partecipare ad un contest solo così vinco di sicuro, grazie per la golosità e la bellezza regalataci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolaaaa ma noooo ilo tuo lavoro è altrettanto valido ma scherzi!!!

      Elimina
  4. Questo è quello che considero "cibo paradisiaco", e ancora non l'ho assagiato!
    prima o poi mi dovrò decidere a fare la pasta sfoglia, i passaggi di piegatura e riposo mi spaventano :(
    Montersino una garanzia.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti Montersino è una garanzia, buttati! è il miglior modo per imparare a farla! ;-)

      Elimina
  5. Questi trancetti sembrano dire "mangiami".
    Altro che alice nel paese delle meraviglie!!
    Complimenti, sono spettacolari e sicuramente buonissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nicol, carina e simpatica, a presto!

      Elimina
  6. Sono una meraviglia e poi le foto son bellissime!
    :-)

    RispondiElimina
  7. Senza paroleeeee!!!! Pensavo l'avessi comprata!!!!! Straordinaria!!!!!! Bravissima davvero!!!!!!!!
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh se si vuole la si può comprare ma il risultato...e la soddisfazione..Grazie!

      Elimina