Aperitivo

Water crackers (basiques)

28/04/14 14:02


Mai ricetta più semplice fu postata nel bistrot. Ma nemmeno mai così fragrante! Che indiscussa bontà i crackers all'acqua! 
Preparatevi a non riuscire a farne più a meno!
Questa è la versione base, in arrivo sul bistrot altre innumerevoli versioni sempre più sfiziose, ideali per i vostri aperisfizi!

Per 18-20 pezzi (io ho provato questa dose per assicurarmi che il risultato fosse degno prima di farne in quantità industriali e infatti, caso vuole che proprio quando la ricetta è ad hoc se ne fanno troppo pochi, per questo vi consiglio almeno di raddoppiare! ;-)

80 g di farina 170W (mi raccomando di utilizzare una farina di questa potenza altrimenti verrà meno la croccantezza imperativa del cracker, una buona farina è comunque essenziale per il risultato finale)
un pizzico di  fleur de sel + un tot (facoltativo) per la finitura
1 cucchiaio e mezzo da zuppa di olio di semi di girasole
circa 3 cucchiai da zuppa di acqua tiepida
olio extravergine d'oliva

Sul piano da lavoro sistemate a fontana la farina, fate sciogliere il sale nell'acqua che avrete precedentemente dosato in un bicchiere.
Iniziate a impastare la farina con l'olio vegetale quindi poco a poco incorporate l'acqua sino a che la farina sarà in grado di assorbirne.
L'impasto dovrà risultare liscio, non appiccicoso, e omogeneo.
Stendete molto sottilmente con il mattarello o con il tirasfoglia (in modo da avere lo spessore sempre uguale) sino a 3 massimo 5 mm di spessore.
Ritagliate la pasta con un coppapasta di 6 cm di diametro.
Rivestite una placca di carta da forno e preriscaldate il forno a 180°C.
Adagiate sopra i crackers, bucherellateli con i rebbi di una forchetta e con l'aiuto di un pennellino spennellateli con un velo d'olio extravergine d'oliva.
Spolverate la superficie con qualche cristallo di sale e infornate per dieci minuti circa, o comunque sino a leggera colorazione.
Sfornate, lasciate raffreddare per qualche minuto e quindi servite.




Può piacervi anche

18 commenti

  1. non sai quante volte ci ho provato a farli, e mai una volta mi hanno soddisfatta! Adesso devo assolutamente tentare con la tua ricetta, hanno un look troppo professional :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. look professional? carina questa... si cmq sono di una semplicità estrema e croccanoooo!

      Elimina
  2. Li proverò senz'altro!! Ho comprato diversi tipi di sale aromatizzato e non vedo l'ora di provarli!!!
    Grazie dell'idea :-)))). ti confesso, però, che temo creino dipendenza! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che c'hai azzeccato perché creano dipendenza si..però sai che bello non doverseli più comprare? ;-)

      Elimina
  3. Ma questi sono davvero favolosi!!! I crackers all'acqua, mai visti e quindi da provare subito!!
    Morena

    RispondiElimina
  4. Io compro quelli industriali (Mulino Bianco) proprio perché tra i vari granetti, crackers ecc mi parevano quelli meno pieni di schifezze e più "sani". Scioccamente non avevo mai pensato che potrei farmeli da me!!
    Grazie per la ricetta, proverò! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se parli dei fiori d'acqua li conosco bene anche io e cmq sono certamente buoni..ma togliersi lo sfizio di farne in casa quantità industriali da tirare fuori al momento giusto non ha prezzo...si accompagnano davvero con tutto..persino col dolce (credo)..;-) un bacione e grazie!

      Elimina
  5. mamma che buoni! non vediamo l'ora di provarli :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ragazze!! Mi raccomando raddoppiate le dosii!!

      Elimina
  6. Me li segno.. sembrano proprio semplici da fare!! Grazie!

    RispondiElimina
  7. ...buoni!
    Domanda: forno ventilato o statico?
    Grazie!!

    RispondiElimina
  8. Scusa ma io ho ancora problemi con la forza della farina anche perchè speso non è specificata. Io normalmente uso farina bio rimacinata a pietra naturale. Da quello che so la forza la famosa W è tanto più bassa tanto meno proteine ci sono nella farina ( o almeno credo) per cui diciamo che è meglio che uno una 0 invece della 00? Vorrei fare questi crakers ma non voglio inficiare il risultato sbagliando farina. Help!!!!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice ciao! allora sicuramente ti consiglio di non farli se prima non trovi la farina giusta. Non per altro, ma semplicemente perchè poi alla fine quello che la ricetta vuole chiamare crackers se non si trova la farina giusta, crackers non sarà.
      Io non posso fare pubblicità esplicita però esiste in commercio, da poco, o almeno da poco qui, in Sardegna, una farina che indica specificatamente la forza della farina sulla confezione, ce n'è proprio una da 170w. Ad ogni modo si la forza di una farina indica proprio quello, e le proteine indicative per 100 g dovranno essere pochissime, non più di 10 g. Nel dubbio consulta sempre l'etichetta! Se vogliamo poi affidarci alla più nota classificazione ti consiglio una "00" sicuramente più povera in proteine rispetto a una "0". Tutto ciò sempre ricordando che più forte è la farina, più liquidi è in grado di assorbire, più questa è ovviamente indicata per impasti in cui abbiamo bisogno di far sviluppare maglia glutinica, glutine, che rende l'impasto di tutt'altra consistenza rispetto a quello che ci si aspetta da un crackers, dove i liquidi sono pochi e la maglia glutinica completamente assente.

      Un bacione cara, e grazie!

      Elimina
  9. Ciao! Arrivo dal blog La Cucina di Esme e vorrei dirti che la musica che mi ha accolto sul tuo blog è una cosa MERAVIGLIOSA!
    Non farò questi cracker stasera, ma cucinerò con il tuo post aperto!
    Ciao e ancora GRAZIE!

    RispondiElimina
  10. Fatti sono venuti fantastici li ho postati sul mio blog e ovvio ti ho linkato!
    baci e buona serata :)
    Alice

    RispondiElimina