I Lievitati

Le pain, aux raisins.

06/10/14 10:59


Ha davvero bisogno di presentazione questa viennoiserie golosissima? 
Ancora mi chiedo, ma com'è possibile che sul bistrot ancora non ci fossero? :)


Per 15 pains aux raisins

250 g di farina manitoba (forte)
1 cucchiaino di Sale
3 cucchiai di zucchero semolato
15 g di lievito di birra fresco
180 ml di latte fresco
80 g di burro a temperatura ambiente
100 g di uvetta sultanina
70 ml di rhum
1 uovo


Per la crema pasticcera

2 tuorli
250 ml di latte
75 g di zucchero
7 g di amido di riso
7 g di amido di mais

Preparate la crema pasticcera.
Portare ad ebollizione il latte, lavorate i tuorli con lo zucchero, fino al suo completo scioglimento.
Aggiungete glia amidi setacciati e, poco per volta unite, il latte caldo.
Portate, dolcemente ad ebollizione, fino ad ottenere una crema dalla consistenza desiderata.
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Mettete l'uvetta in ammollo nell'acqua per circa 10 minuti, quindi sciacquatela abbondantemente, in modo da eliminare polvere e altre impurità e quindi mettetela in ammollo nel rhum.

Fate intiepidire il latte e scioglietevi il lievito.
Setacciate la farina, aggiungetevi due cucchiai di zucchero, il sale e mescolate.
Formate una fontana, o mettete tutto in un'impastatrice, e versatevi al centro il latte con il lievito.
Impastate il tutto per una decina di minuti, fino ad ottenere un impasto omogeneo, liscio, elastico e leggermente appiccicoso.
Mettete l’impasto in un recipiente, coprite con pellicola trasparente e lasciate lievitare per almeno 3 ore.

Trascorso questo tempo, spolverate abbondantemente il piano da lavoro e, con l’aiuto di un mattarello, stendete l’impasto, fino ad ottenere un rettangolo dallo spessore di un centimetro circa.
Spalmate il burro, a temperatura ambiente, su tutta la superficie.
Ripiegate il lato sinistro verso destra, per due terzi. Poi coprite successivamente con il lato destro.
Stendete leggermente la striscia ottenuta, verso l’alto e verso il basso.
Prendete il lembo alto, ripiegare due terzi verso il basso e richiudete con il lembo situato in basso.
Otterrete così un pacchetto.
Spolveratelo leggermente e mettetelo in frigorifero, per 15 minuti.
Stendete nuovamente l’impasto in un rettangolo e ripetete l’operazione “delle pieghe”.

Rimettete in frigo per altri 15 minuti.

Ripetete l'operazione per altre due volte.
Infine, stendete l’impasto il più sottilmente possibile, cercando di mantenere la forma di un rettangolo.
Strizzate l’uvetta sultanina, aggiungetela alla crema pasticcera e mescolate.
Distribuite in maniera omogenae la crema su tutto il rettangolo e avvolgetelo su se stesso, ottenendo un rotolo.
Tagliatelo in strisce larghe circa due centimetri e adagiatele su una placca da forno ricoperta di carta da forno, avendo cura di distanziarle tra loro.

Schiacciatele leggermente delicatamente con le mani e lasciate lievitare per due ore, nel forno spento con lucina accesa.
Sbattete l’uovo con un cucchiaio di zucchero e spennellate le girelle.

Infornate, in forno caldo a 200°, per 10-12 minuti circa.


Può piacervi anche

16 commenti

  1. Non hanno certo bisogno di presentazioni, ma ogni volta che le vedo mi perdo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :))))) motivo sufficiente per provare a farle a casa?! Ciao Mila e grazie!

      Elimina
  2. Per come lo spieghi questo pane all'uvetta sembra facilissimo.....proverò.
    Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si MariaBianca! è davvero facile..basta avere un poco d'occhio e di manualità ;-)
      Grazie a te per la visita!

      Elimina
  3. Che belli..... adoro queste brioches, sempre complimenti !! Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kiara, grazie mille :))) buona giornata anche a te!

      Elimina
  4. Fantastiche. possibile che non le abbia ancora fatte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà ora di rimediare! ;-) Ciao Gaia e grazie!

      Elimina
  5. Trovo solo ora il tempo di leggerti un pochino. Lo sai che adoro tutto quello che fai...
    Devi sapere che queste girelle sono le mie preferite da anni, le ho sempre prese in una pasticceria e mi piacevano solo li. Era tappa fissa a colazione quando ancora studiavo all'università. Ora che non ci posso più andare così spesso non mi resta che farle in casa...con la ricetta della Claudina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è INUTILE Fra..io sono Paris addicted. tu pensa che ci torno pure in v.d.n ..con tutti i bei posti che ci sono da visitare..mi mette una pace passaggiare a parigi..e queste chioccioline sono l'ennesima prova che sono pure irremediabilmente attratta dalle sue patisseries/boulangeries...sono felice che la provi...un bacione grande grande!

      Elimina
    2. Ahahaha grandissima! In v.d.n.! E l'ho pure capito subito il significato! Tornerei volentieri a Parigi, ci sono andata molti anni fa dopo la mia prima laurea e mi ricordo che il primo giorno rimasi appiccicata a una vetrina in place de la madeleine! Ci tornassi adesso la affronterei diversamente, sicuramente con più curiosità e....golosità! Ho anche studiato francese per tre anni alla scuola privata, sennò a che serve! ;-)

      Elimina
  6. Sono spettacolari... ma non ce la farò mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma nooo e che sarà mai!! ;-) almeno prova questa !;-) grazie per la visita!

      Elimina
    2. Ma nooo e che sarà mai!! ;-) almeno prova questa !;-) grazie per la visita!

      Elimina
  7. Che bontà, quasi quasi vado a prepararle anche io!!

    RispondiElimina
  8. ciao bellissime complimenti!ma il risultato è simile ai croissant?oppure alla pasta brioche?avrei voluto vedere una foto dell'interno.
    :)

    RispondiElimina